15 Dicembre 2018 - Ignazio Caddeo

L´Amatori Capoterra porta a casa la battaglia contro Piacenza: i campidanesi si impongo 36-29

Grande secondo tempo per gli isolani sotto 22-21 all´intervallo

CAPOTERRA - Battaglia doveva essere e battaglia è stata quella di questo pomeriggio tra l’Amatori Rugby Capoterra e il Piacenza Rugby, nella sfida valida per la nona giornata di andata del campionato di serie B maschile. Confronto che alla fine ha visto gioire la formazione di casa che si è imposta, al comunale di via Trento, con il punteggio di 36-29. Capoterra voleva assolutamente cancellare il ricordo dell’imbarazzante sconfitta subita nello  scorso turno sul campo di Varese e ci è riuscita dimostrando, soprattutto, forza e convinzione dei propri mezzi. Due ingredienti importanti che accomunati alla concentrazione possono garantire alla squadra allenata da Lisandro Villagra un buon proseguo di campionato, soprattutto  nelle zone alte della graduatoria. E’ stata sicuramente una gara incerta e combattuta fino in fondo con le due squadre che si sono alternate al comando a suon di mete. Avanti il Piacenza al termine dei primi 40’ poi il Capoterra entra in campo con un piglio diverso, più combattivo e nel secondo periodo di gioco recupera, passa in testa e ci rimane fino al fischio finale. Buon avvio dell’Amatori che in pochi minuti grazie a due mete (Celembrini e Stara) tutte trasformate da Marcello Garau passa in vantaggio (14-0). La reazione della formazione ospite non tarda ad arrivare. Sfrutta al meglio la velocità e soprattutto trova qualche varco nella difesa di casa andando per due volte di fila a depositare l’ovale dietro i pali (pareggiando sul 14-14), passando in testa grazie ad un piazzato e allungando con la terza meta del primo periodo: 22-14. Il XV di Lisandro Villagra è colpito ma non affonda, tanto che rimane a galla, quasi sul finire dei primi 40’, grazie ad una meta realizzata e trasformata dal capitano Marcello Garau. Il tempo si chiude con il Piacenza Rugby in testa sul punteggio di 22-21 per la compagine ospite.

Negli spogliatoi, nessun dramma. Villagra parla alla squadra e chiede più cattiveria agonistica e maggiore concentrazione. Gli avversari sono forti, la gara è apertissima e la vittoria e proprio dietro l’angolo. Al rientro in campo l’Amatori Capoterra si scatena. Dopo pochi minuti di gioco Graco scivola via tra le impenetrabili maglie difensive ospiti e piazza l’ovale dietro i pali. Per Marcellino Garau la trasformazione è un gioco da ragazzi. Con il vantaggio ritrovato, l’Amatori a questo punto vuole chiudere il match. Obbiettivo che viene presto ottenuto con Michel e capitan Garau. Il primo trova la meta del 33-22, mentre Garau si fa perdonare l’errore nella trasformazione dell’ultima meta, piazzando con un calcio magistrale, l’ovale tra i pali. E a nulla serve nel finale la meta con trasformazione del Piacenza perché l’arbitro subito dopo fischia la fine, con l’Amatori che festeggia nel migliore dei modi l’ultima fatica del 2018.