25 Febbraio 2019 - Ignazio Caddeo

L´Amatori Capoterra gioca una grande partita e cede al super Lumezzane 20-19

Il match era valido per il recupero della prima giornata

CAPOTERRA - Sconfitta a testa alta per l’Amatori Rugby Capoterra che, nel recupero della prima giornata di andata (gara che non venne disputata a causa del maltempo) contro i Centurioni Lumezzane, si arrende con il punteggio di 20-19. Contro la capolista ci voleva la gara perfetta e il XV di Lisandro Villagra la buona prestazione l’ha firmata grazie a 80’ di intensità e tanta concentrazione. Purtroppo, ancora una volta la fortuna non ha guardato in faccia la formazione del Capoterra costretta alla fine ad issare la bandiera della resa e a perdere per infortunio (come se non bastasse l’assenza di Carrone) Carlo Stara. Per lui, out dopo uno scontro di gioco, la visita al pronto soccorso dell’Ospedale Marino di Cagliari e, dimesso con la seguente diagnosi: frattura composta medio diafisaria del III e del IV MT del piede destro. In pratica 30 giorni di gesso e altrettanti per la riabilitazione. In definitiva stagione finita per l’ala di Olbia. Contro i lombardi del Lumezzane il primo acuto è proprio della squadra di casa che in pochi minuti e su calcio di punizione: due trasformati da Marcello Garau, si porta subito sul 6-0. La reazione dei Centurioni non si fa certo attendere. La squadra del tecnico Filippini riesce a trovare un varco nell’attenta difesa di casa e in tutta velocità riesce a piazzare l’ovale dietro la linea di fondo. Meta che poi viene anche trasformata (7-6). La squadra di Villagra difende con grande determinazione e il Lumezzane sfrutta qualche incertezza difensiva dei padroni di casa per incrementare il vantaggio su calcio di punizione e chiudere i primi 40’ in testa sul 10-6.  Con gli ospiti in vantaggio, nella ripresa l’azione del Capoterra si fa incisiva. Il centrocampo lombardo non concede sconti così come la difesa, davvero impenetrabile. L’unico modo per fare punti è solo su calcio di punizione, quello che in apertura di ripresa trasforma Alessandro Baire accorciando le distanze (10-9). La capolista non demorde. Soffre, corre ma fatica tantissimo nel superare l’arcigna difesa del Capoterra che cede a metà tempo subendo una meta , non trasformata, portando i Centurioni a +6 (15-9).

Un punteggio che capitan Garau e compagni non vogliono accettare. Tanto che, lottando come non mai, riescono ancora ad andare in vantaggio. La meta arriva per merito di Carlo Stara, mentre la trasformazione è firmata da Alessandro Baire (16-15). Dall’altra parte c’è la capolista, formazione cinica che sfrutta ogni piccolo errore da parte degli avversari. E proprio da una leggerezza difensiva da parte dell’Amatori, arriva una nuova meta (non trasformata) da parte del Lumezzane. Cinque punti che vogliono dire nuovo vantaggio (20-16) per i Centurioni. Negli ultimi minuti l’Amatori tenta il tutto per tutto pur di riuscire a trovare i punti della vittoria, ma l’unica chance che la formazione ospite concede al XV di Villagra è una punizione che Alessandro Baire trasforma. L’ultimo acuto, prima del fischio finale.