16 Dicembre 2017 - Redazione Isola24Sport

Il Capoterra torna alla vittoria battendo 24-11 il Lecco nell’anticipo. Alghero di scena a Novara

CAPOTERRA - Quinto posto (momentaneo) in classifica per l’Amatori Rugby che, nell’anticipo della nona giornata di andata della serie B maschile, conquista cinque punti superando per 24-11 il Tutto Cialde Rugby Lecco. Una gara che il XV allenato da Lisandro Villagra ha dominato per tutti gli 80’ di gioco al cospetto di una squadra, come il Lecco, che ha fatto di tutto pur di mettere in difficoltà la squadra di casa. Un grande secondo periodo da parte di Mattia Aru e compagni ha spezzato tutte le velleità di vittoria in trasferta da parte della compagine ospite. Il tecnico argentino Lisandro Villagra ha preparato la gara nei minimi particolari studiando a fondo gli avversari e lavorando soprattutto sulla difesa. Assente Thioye e con Alessandro Baire in non perfette condizioni il Capoterra ha, da subito, fatto la voce grossa. Neppure il tempo di far scorrere i primi 60 secondi e Bousmina trova la via dei pali piazzando l’ovale in meta e conquistando i primi 5 punti del pomeriggio. Peccato che la mira di Aru non sia delle migliori in fatto di trasformazione. Lo stesso Aru al 7’ si fa perdonare l’errore andando lui stesso in meta. Ma ancora una volta la trasformazione non arriva. Lecco cerca di rimediare. La reazione lombarda arriva al 12’. Un piazzato realizzato da Vacirca riduce le distanze. Si gioca prevalentemente a centro campo con le due squadre che cercano soprattutto di evitare l’errore. Ci si mette anche l’arbitro. Prima un giallo (29’) a Poloni, poi stessa sorte tocca al 40’ a Mariottini. In mezzo due punizioni che Vacirca, prima sbaglia e subito dopo realizza, fissando il punteggio, al termine dei primi 40’ sul 10-6. Al rientro in campo Villagra effettua la prima sostituzione. Fuori Greco e dentro Peddio. L’azione del Capoterra si fa sempre più asfissiante e al 16 Ferrini trova la via dei pali. Stavolta Aru è preciso e dal suo piede arriva la trasformazione e il 17mo punto. Lecco prova a reagire, ma senza crederci. Villagra effettua nel frattempo altri cambi. Al 33’ arriva anche una meta tecnica che  permette al Capoterra di allontanarsi (24-6). Solo nel finale, dopo un giallo a Peddio, gli ospiti riescono a posizionare l’ovale dietro i pali del Capoterra. Meta e trasformazione di Vacirca. L’ultimo sussulto di un pomeriggio vincente per l’Amatori Capoterra.

Amatori Capoterra: Carrone, Sangiorgi, Poloni, Mariottini, Lupi, Greco, Sainas, Busser, Villagra, Ferrini, Bousmina, Loddo, M. Garau, Aru, Santillo. Allenatore: Villagra. A disposizione: Uccheddu, N. Garau, Peddio, Ciprietti, A. Baire, GM. Baire, Ambus.

Rugby Lecco: Ziliotto, Turati, Butskhrikidze, Frigerio, Valentini, Colombo, Lisi, Fumagalli, Rossi, Vacirca, Gerosa, Damiani, Alippi, Cavallo, Brambilla. Allenatore: Damiani. A disposizione: Arcuri, Ensilin, Molteni, Scapellato, Locatelli, Sala, Ottolina.

Arbitro: Taggi di Roma                                         

ALGHERO - Dopo la vittoria del derby con l'Amatori Capoterra, domani, l’Amatori Alghero sarà impegnata in una trasferta in Piemonte. Gli algheresi dovranno affrontare l’impegno sul campo della Probiotical Amatori Novara. Si tratta dell’ultima partita dell’anno. Dopo di che, si osserverà la pausa per le festività di Natale e Capodanno e si ritornerà in campo domenica 14 gennaio 2018. Il XV algherese sarà di scena a Novara, dove giocherà in anticipo, alle 12.30. Per Anversa e compagni un’occasione importante per guadagnare altri punti, con un occhio alla sfida tutta piemontese tra Monferrato e Biella (prima e terza della classifica). Gli algheresi sanno quanto sia importante conquistare la vittoria fuori dalle mura amiche, e in questo turno ancora di più. Sulla carta, gli isolani sono favoriti, vista anche la posizione del Novara, penultimo della classe, ma ogni partita nasconde le sue insidie, specialmente quando si gioca fuori casa. Dunque, concentrazione sempre alta. La formazione algherese arriva alla gara di domani da vicecapolista a soli due punti di distanza dalla prima Monferrato e seguita a -1 proprio dal Biella.