21 Ottobre 2019 - Ignazio Caddeo

Inizia con una sconfitta casalinga col Cus Torino la stagione dell´Amatori Alghero

In Serie B ko anche Capoterra a Varese

ALGHERO - E’ stato il Cus Torino a vincere lo scontro con l’Alghero nella prima giornata del girone 1 del campionato nazionale di serie A di rugby. I piemontesi sono riusciti a segnare 4 mete, centrando anche il bonus e tornando così a casa con 5punti in valigia. La formazione di casa ha messo in evidenza alcuni punti deboli dovuti alla mancanza di confronti con altre formazioni di livello. In campo vecchi e nuovi giocatori, che devono sicuramente ancora trovare la giusta amalgama. Durante gli 80’ disputati, si è visto anche buon gioco da parte dei padroni di casa, che hanno sicuramente un ampio margine di miglioramento. Nel XV di partenza schierato oggi, anche i nuovi arrivi Tongia, Poloni, Alegiani, Michel. Con loro, anche Cimardi, vecchia conoscenza dell’Alghero. Passando alla cronaca della gara, il Torino trova i primi punti già al 3' su piazzato con Reeves. Passano cinque minuti e lo stesso numero 10 piemontese raddoppia allo stesso modo, facendo salire il punteggio sullo 0-6. L’Alghero studia l’avversario, cerca di prendere le misure, ma ancora la squadra ospite sorprende i catalani e va in meta con Cruciani che con la trasformazione di Reeves porta il Cus sullo 0-13.

L’Alghero muove il punteggio al 24’, con una bella azione dell’argentino Michel che regala i primi 5punti ai locali. Punti che diventano 7 con la trasformazione di Micheli. I torinesi restano in inferiorità numerica per un giallo a Pedicini, ma nonostante questo trovanno ancora la via della meta con Monfrino. Un calcio piazzato sbagliato da parte del numero 10 algherese Micheli, chiude il primo tempo sul 7-18. Nel secondo tempo, cambia poco. Gioco con azioni più rallentate e spezzettate, con l’Alghero che deve sostituire alcuni titolari a causa di lievi infortuni. A trovare la via della meta è sempre il Cus, prima con Cisi (Reeves trasforma) e, allo scadere, con Sacco, per il 7-30 finale. Alghero dunque a bocca asciutta all’esordio. Nel prossimo turno, l’avversario sarà il Parabiago.

SERIE B Inizia con una sconfitta l’avventura dell’Amatori Rugby nel torneo di serie B maschile. Il XV di Capoterra è stato fermato in casa del Rugby Varese con il punteggio di 34-28, Un vero peccato perché la squadra di coach Eschoyez, dopo un primo tempo nel quale è apparsa un tantino bloccata, nella ripresa è venuta fuori alla grande rosicchiando punti, avvicinandosi pericolosamente agli avversari, rischiando soprattutto di ribaltare il risultato a proprio favore. Purtroppo è mancato il tempo. Si parte subito con i padroni di casa all’attacco decisi a sfruttare soprattutto il fattore campo. E, in effetti dopo soli 6’ arriva la prima meta della compagine lombarda che non viene però trasformata (5-0). Capoterra appare in difficoltà nel riuscire a contenere le sfuriate degli avversari. Nel giro di 20’ il Varese incrementa il vantaggio con due mete tecniche (19-0). Il tecnico Eschoyez cerca di caricare il gruppo che sembra smarritosi. Nel finale di tempo dopo qualche minuto di pressione, finalmente l’Amatori sblocca il punteggio. La firma della meta è di Zurabi Tevdoradze, mentre la trasformazione è merito del piede "fatato" di Carlo Stara. Sul 19-7 terminano i primi 40’ di gioco con l’Amatori che rientra negli spogliatoi per il riposo più rilassato e consapevole del fatto che la gara a questo punto si può ribaltare.

Si riparte con il Capoterra che effettua alcuni cambi. Econo Ganga e Coiana per fare posto a Fabrizio Gaito e Nicolò Garau. Qualche minuto per riordinare le idee e l’Amatori punisce ancora una volta con Roberto Peddio, bravo a eludere la sorveglianza della retroguardia di casa e trovare il varco giusto per piazzare l’ovale dietro la linea di meta. Stara trasforma senza problemi (19-14). La gara a questo punto è apertissima. Capoterra nel tentativo di cercare a tutti i costi di rosicchiare altri punti, però commette l’errore di scoprirsi un tantino e il Rugby Varese è abile nel riuscire a penetrare nelle maglie difensive degli ospiti, da dieci minuti in pressione nella metacarpo avversaria, per trovare altri 7, importanti punti (meta + trasformazione) che portano i padroni di casa sul 26-14. Ma è un punteggio che stavolta non demoralizza il XV di Capoterra che riprende a correre, giocare e mettere in difficoltà la formazione avversaria. E al 70’ ci pensa Jordan Armani a fare venire i brividi a squadra e tifoseria avversaria. E’ lui che trova la meta (26-21) che avvicina ulteriormente l’Amatori (complice anche la trasformazione di Carlo Stara). Mancano pochi minuti al termine e la compagine isolana tenta il tutto per tutto. Ed è proprio in questa occasione che il Varese ne approfitta per piazzare il break vincente, prima con una punizione e poi con la metà (trasformata) che porta la squadra di casa sul 34-21. Nel finale l’Amatori trova altri sette punti (meta tecnica) ma non basta il tempo per ribaltare il risultato.