12 Gennaio 2019 - Ignazio Caddeo

Amatori Alghero, battere Pesaro per ripartire alla grande in questo 2019

Serie B. Capoterra battuto pesantemente 39-12 a Bergamo

ALGHERO - Finite le vacanza di Natale e fine anno, domani alle 14.30, l’Amatori Alghero ritorna in campo per affrontare il Pesaro. Si tratta di una gara interessante, soprattutto per quanto concerne la classifica. Ma anche perché si rientra da una lunga pausa e si aspetta di vedere quale sia lo stato fisico e mentale della formazione algherese, attualmente terza della classe e che nell’ultimo impegno dell’anno ha perso, di misura, sul campo della Primavera. La graduatoria parla di una capolista, la Capitolina, che occupa saldamente il primo posto con 36 punti(e domani ospita in casa l’Aquila), con 11 lunghezze di vantaggio sulla seconda, la Bingo family Amatori Catania (impegnata a Benevento). I siciliani, però, sono marcati stretti dall’Alghero, staccata di un punto. Ma l’avversario di domani è altrettanto vicino. Infatti i marchigiani, che hanno chiuso il 2018 con una sconfitta per mano del Prato Sesto, si trovano al quarto posto, con 20 punti, a -4 dal XV di coach Paoletti. L’Alghero è determinata a mantenersi a stretto contatto con la vetta e ben figurare davanti al pubblico di casa che, come sempre, arriverà numeroso sugli spalti per sostenere Pesapane e compagni. Eccetto defezioni dell’ultimo minuto, tra le fila algheresi dovrebbero essere tutti disponibili per l’impegno di domani. Arbitrerà Manuel Bottino di Roma.

SERIE B. La classica gara da dimenticare quella disputata e persa questo pomeriggio in Lombardia dall’Amatori Rugby Capoterra sconfitta con il punteggio di 39-12 dal Rugby Bergamo 1950 alla ripresa del torneo di serie B maschile. Un passivo piuttosto pesante considerato che la formazione allenata da Lisandro Villagra è sempre stata in partita, riuscendo per lungo tempo a mettere in difficoltà la formazione di casa, tradita soltando dalla fortuna che, oggi sembra essersi dimenticata di guardare dalla parte del Capoterra.  Bergamo ha vinto con giusto merito, soprattutto perché è stata costante nel gioco e, in particolare, ha sfruttato nel miglior modo possibile qualche disattenzione difensiva da parte della squadra ospite, dilagando in particolare nella seconda parte della sfida. "Abbiamo pagato a caro prezzo le assenze - spiega con un pizzico di rammarico il presidente dell’Amatori Capoterra Carlo Baire a fine gara - La panchina ha fatto davvero i miracoli con il nostro tecnico che, a causa degli infortuni di alcuni elementi, come Stara e Michel e poi Ferrarese,ha dovuto fare davvero i miracoli, inventando giocatori in ruoli che non hanno mai ricoperto in carriera. Comunque onore a chi è sceso in campo a soffrire in silenzio e chi si è allenato seriamente in questo periodo".