26 Settembre 2016 - Redazione Isola24Sport

Il Cagliari di Rastelli riparte da capo dopo lo stop contro la Juventus

Per il Cagliari di Massimo Rastelli questa sarà una stagione molto importante per determinare le ambizioni e le possibilità della squadra sarda. Il Cagliari dopo un solo anno nel campionato di B ha ritrovato la strada per accedere al calcio che più conta. Ora però arriva il difficile, ovvero dimostrare di essere una formazione all’altezza e di poter giocare a pari livello con le big del campionato. Si tratta di una stagione appena iniziata e che già ha mostrato alcune delle sue carte. Sia per quanto riguarda la testa e il vertice della classifica, sia per quanto riguarda la coda. Se nella parte alta ritroviamo, così come era già successo l’anno scorso, Juventus e Napoli in staffetta, le cose sono un po’ diverse per quanto riguarda la zona bassa, cioè quella che attualmente interessa anche il Cagliari. Per l’esordiente Crotone, non è stato esattamente un avvio di campionato all’altezza delle aspettative. Nessuna vittoria e un solo pari, per ora sono il magro bottino della squadra calabrese. A breve distanza c’è poi l’Atalanta di Gasperini sempre più in crisi di identità. A salire troviamo invece Empoli e Cagliari. Due squadre che hanno dimostrato di saper fare bene e di poter ottenere buoni risultati. Stesso discorso che vale anche per Palermo e Pescara. La bella prova del Palermo di De Zerbi contro la Juventus è un segno evidente delle qualità della squadra siciliana. Questo avvio campionato ci conferma ancora una volta la sensazione che non ci sono più quelle squadre materasso incapaci di costruire gioco e di mettere in difficoltà le grandi; ora questo discorso in ottica scommesse italiane con 888sport è sempre più interessante per quanto riguarda quote, statistiche e informazioni generali su calcio e sport, con i prossimi incontri della capolista Juventus data a 1.35 nella prossima sfida con l'Empoli del 2 Ottobre.

Il Cagliari di Rastelli ha già dimostrato tutte le sue potenzialità, specialmente durante la gara disputata contro la Roma. E’ vero che questa Roma deve ancora dimostrare di avere davvero le carte in regole per essere la possibile rivale della Juventus, come era stato detto durante l’estate, ma la bella rimonta portata a termine dai rossoblù è senza dubbio un segnale dei limiti della squadra capitolina, ma anche della buona reattività degli uomini di Rastelli. Non solo, se si considera anche la schiacciante vittoria del Cagliari contro l’Atalanta, abbiamo un quadro più complesso ed esaustivo di quello che potremmo vedere andando avanti con questo campionato. Adesso bisognerà vedere se i rossoblù sapranno opporre resistenza anche contro Inter, Lazio, Torino, Udinese e Napoli. Il banco di prova della squadra sarà la continuità e la tenuta atletica dei giocatori. Non bisogna demoralizzarsi solo perché contro la Juventus la partita e il campo hanno dato un risultato ingiusto e sproporzionato. Bisogna saper cogliere quello che di buono c’è in questa squadra e in questo organico. Il campionato ha dato solo i primi segnali di quello che potrebbe succedere e non ci sono ancora dati significativi, a parte le difficoltà di Crotone e Atalanta, e l’ottima tenuta di Napoli e Juventus. Per il resto è ancora una stagione in cerca di autore.