13 Giugno 2017 - Redazione Isola24Sport

Crisi continua: la Pallavolo Olbia riparte dalla C maschile, incertezza Hermea in A2 e Capo d’Orso Palau appena approdata in B1 donne

CAGLIARI – Altro che segnali di ripresa. La situazione resta abbastanza complicata e lo sport spesso ne paga le conseguenze. Dieci giorni fa vi avevamo parlato del grido d’allarme del presidente della Hermea Olbia Gianni Sarti sulla possibilità (anche se il tempo per rimediare ancora c’è tutto) che l’Hermea non sia ai nastri di partenza della prossima A2 femminile al via a ottobre. Ora arrivano altre due notizie allarmanti. Il presidente della Pallavolo Olbia Francesco Marcetti annuncia a ‘La Nuova Sardegna’ che rinuncerà alla B maschile per ripartire dalla C. La stagione, appena conclusa con la salvezza in extremis, è stata difficile per via dello sponsor Meridina che (nonostante un contratto in essere) si era defilato a due giorni dall’inizio del campionato e ora arriva lo stop: "Non abbiamo i giocatori per disputare una categoria così importante – ha affermato amareggiato Marcetti al quotidiano sassarese – e non ci sono più le risorse economiche per potere andare avanti. Lo scorso ottobre abbiamo perso lo sponsor Meridiana a pochi giorni dall’inizio del campionato, e lo abbiamo fatto lo stesso per rispettare gli impegni presi, ma adesso non è più possibile. È sempre più difficile trovare degli sponsor, e vista la contrazione degli spazi dedicati allo sport da parte della stampa locale, offrire loro la giusta visibilità in cambio di un loro impegno. A questo punto preferiamo ripartire dal campionato di serie C regionale, con qualche giocatore esperto che sarà affiancato da atleti da valorizzare, e rilanciare l’attività del nostro settore giovanile".

In casa Hermea i giorni passano ma la situazione appare la stessa che vi abbiamo raccontato a fine maggio. Ovvero vedere la A2 donne a Olbia nel prossimo campionato sarà veramente un miracolo sportivo: "Non si può pensare che la serie A ad Olbia duri per sempre ed il sottoscritto non ha più intenzione di metterci tutti i soldi da solo o quasi, come fatto finora. Dobbiamo capire se al territorio, le istituzioni, il tessuto economico, la nostra realtà interessa, e sono disposti a darci una mano – dice il numero uno della Hermea Gianni Sarti in merito Alcuni contatti ci autorizzano ad essere fiduciosi, e decideremo nell’arco di una settimana se ci sono le condizioni per andare avanti. In caso contrario faremo una serie C con le atlete locali, magari per vincerla". Non va meglio infine a Palau. Nonostante la promozione in B1 donne la certezza di disputarlo quel torneo non è assolutamente certo. Anche perché in questo caso le difficoltà economiche arrivano anche dalla bufera scatenata dall’inchiesta della guardia di finanza sulle presunte sponsorizzazioni date alla società per ottenere in cambio dei trattamenti di favore dal Comune. Situazione che ha comprensibilmente spaventato le forze economiche che l’avevano sostenuta fin d’ora. 

FONTE FOTO: Galluraoggi