3 Agosto 2018 - Ignazio Caddeo

Sara Tajè si aggiunge al reparto centrali dell’Hermaea Olbia

Per il prossimo campionato di Serie A2, coach Anile potrà contare anche sull’ex VolAlto Caserta

OLBIA - Gioventù, talento e tanto entusiasmo: sono questi gli ingredienti che cercherà di portare in casa Hermaea Olbia la nuova centrale Sara Tajè. Originaria di Caltignaga (piccolo comune in provincia di Novara), classe 1998, alta 187 centimetri, Tajè è una giocatrice che, a dispetto della giovanissima età, vanta già un curriculum di tutto rispetto. Dopo aver mosso i primi passi nel settore giovanile della Asystel Novara, a 14 anni si è trasferita alla Igor Novara, club in cui è rimasta per 4 stagioni. Nella prima annata ha militato in U16 e in Serie D, venendo inoltre selezionata per il Trofeo delle Regioni del 2013, dove è riuscita a conquistare un onorevole quarto posto finale. L’anno successivo si è divisa ancora tra Under 16 e Serie D, mentre nella stagione 2014/15 è salita di un gradino, militando tra Serie C e Under 18. In questa annata la nuova centrale olbiese ha dato un ulteriore saggio del proprio talento, risultando Mvp delle finali regionali vinte con la propria rappresentativa e conquistando il settimo posto alle finali nazionali. I risultati ottenuti le sono valsi, finalmente, il grande salto nel volley nazionale: nel 2015 ha affrontato il primo campionato di B1 con la Igor, bissando l’esperienza l’anno successivo all’Adro Monticelli Brescia, compagine con cui è approdata fino alle semifinali playoff per la promozione in A2. Lo scorso anno Tajè ha comunque trovato la seconda divisione del volley nazionale indossando la maglia della Golden Tulip Caserta (133 punti messi a terra in 31 presenze complessive).

Conseguita brillantemente la maturità lo scorso giugno al Liceo delle Scienze Umane, conta ora di proseguire gli studi all’Università frequentando la facoltà di Scienze Motorie. Fuori dal campo da volley, la centrale novarese non sa comunque rinunciare allo sport: pratica con entusiasmo, infatti, ogni genere di disciplina, e in passato, durante i mesi estivi, si è dedicata all’attività di animatrice e tutor nei camp multisport per i più piccoli. "Durante l’estate ho ricevuto varie offerte – afferma Tajè – ma quella dell’Hermaea mi ha convinta maggiormente per la serietà del progetto. Noura Mabilo (giocatrice olbiese nella stagione 2016/17, ndr) mi ha parlato benissimo di questa realtà, inoltre avrò l’opportunità di coronare un grande desiderio: giocare al fianco di Jenny Barazza. Facevo parte del settore giovanile dell’Asystel quando lei militava in prima squadra, e non di rado mi capitava di osservarla da vicino quando svolgevo i servizi di campo. Ho sempre avuto grande ammirazione nei suoi confronti, e ora sono felice di poter essere addirittura una sua compagna. L’ultima stagione a Caserta è stata positiva dal punto di vista personale, ma decisamente sofferta sotto il profilo di squadra. Ora cerco soprattutto tranquillità, e sono convinta di poterla trovare a Olbia".    "Sara è una giocatrice di buon impatto fisico, brava sia a muro che in attacco" - dichiara coach Anile - a Caserta ha saputo scalare le gerarchie fino a guadagnarsi, pur giovanissima, un posto fisso da titolare. Nonostante l’annata sofferta a causa delle questioni societarie lei ha disputato sempre delle partite di livello. Arriva a Olbia con lo spirito giusto e con tanta voglia di imparare".