26 Gennaio 2019 - Ignazio Caddeo

L’Hermaea Olbia vola a Pinerolo e scopre Hurst: “Felice di essere a Olbia”

a nuova schiacciatrice biancoblù si presenta ai nuovi tifosi e parla dell’importantissima sfida di domani in Piemonte

OLBIA - Altri punti salvezza in palio per l’Hermaea. Dopo la sconfitta casalinga di domenica scorsa (netta, ma giunta in condizioni di piena emergenza) contro Baronissi, capitan Barazza e compagne cercheranno fortuna in casa di Pinerolo, compagine terz’ultima in classifica con 17 punti. Match in programma domani alle 17, al Palazzetto dello Sport di Pinerolo in provincia di Torino. Per la trasferta in terra piemontese le galluresi (ancora fanalino di coda del girone con 6 punti) potranno contare anche su Marta Hurst, schiacciatrice portoghese classe 1992 arrivata in Sardegna a inizio settimana per rinforzare il roster di coach Anile: "Sono molto felice di essere qui – afferma l’ex Barcellona – l’arrivo all’Hermaea rappresenta una grande opportunità per me. L’Italia è un Paese in cui c’è grande tradizione pallavolistica, e sono certa che a Olbia potrò vivere una bellissima esperienza". I primi giorni di Hurst nell’Isola sono andati benissimo: "Sia lo staff che le compagne di squadra sono state molto amichevoli e gentili con me – racconta – abbiamo già raggiunto una buona intesa in termini di comunicazione. Cerco di capire l’italiano quando la situazione lo richiede e, se necessario, le compagne si rivolgono a me in inglese".

Schiacciatrice potente e grintosa, ma dotata anche di buoni fondamentali difensivi, Hurst si presenta quindi ai suoi nuovi tifosi: "Ho giocato nel mio Paese fino ai 22 anni – spiega – vincendo 3 campionati, 2 coppe nazionali e disputando una finale di Supercoppa. Dopo di che mi sono trasferita in Spagna, dove ho giocato per Barcellona, Haro e Tenerife. Dal punto di vista tecnico sono un’attaccante cui piace giocare molti palloni. Non ho paura del muro e dei buoni difensori e mi ritengo piuttosto sicura in ricezione". Hurst porta a Olbia anche la sua esperienza internazionale. Da tempo, infatti, è il capitano della nazionale portoghese: "Giocare per il mio Paese è molto importante e mi rende orgogliosa – ammette – il fatto di aver giocato diverse partite a livello internazionale mi ha permesso di migliorare le capacità di adattamento a diversi contesti tecnici. In nazionale trovo spesso di fronte a me giocatrici forti e di grande struttura fisica. Imparare a fronteggiarle non può che avermi migliorata". Marta è già pronta a mettersi al servizio del suo nuovo coach: "Sto bene dal punto di vista fisico e posso giocare da subito – prosegue – a inizio gennaio ho giocato due partite con la nazionale, dopo di che ho riposato solo per pochi giorni. Ritengo di avere già un buon ritmo partita. I miei obiettivi? Ovviamente assorbire il più possibile dalla cultura pallavolistica italiana e aiutare la squadra a conquistare la salvezza".

Il nuovo rinforzo biancoblù sarà dunque chiamato a fornire un primo contributo alla causa già nel match di domenica pomeriggio a Pinerolo. La squadra di coach Moglio, sconfitta dall’Hermaea nel match d’andata, ha finora disputato un buon campionato nonostante lo status di neopromossa. Vincere non sarà facile, ma le olbiesi non lasceranno nulla di intentato: "Per ottenere punti in una partita così importante dovremo stare concentrate e comunicare tanto – conclude Hurst – cercheremo di focalizzarci sulla nostra prestazione e di aiutarci a vicenda".