16 Novembre 2019 - Redazione Isola24Sport

Hermaea a Cutrofiano per continuare a correre, Fiore: “E’ iniziato un nuovo campionato”

Le biancoblù sul parquet domani alle 17 cercano un successo che consentirebbe di abbandonare l’ultima piazza in classifica

OLBIA - Forte dei due successi consecutivi ottenuti contro Montale e Talmasson, la Geovillage Hermaea Olbia prepara in un clima di grande fiducia la sfida di domani (alle 17 al PalaCesari di Cutrofiano, Lecce, arbitri De Sensi e Palumbo) in casa del Cuore di Mamma Cutrofiano, valida per l’ottavo turno del campionato di A2. Da qualche settimana a questa parte la stagione delle olbiesi sembra aver preso una nuova piega. La qualità di gioco, ora, è supportata anche dalla consapevolezza nei propri mezzi: "Ho sempre pensato che questa squadra avesse un buon potenziale – spiega l’opposto biancoblù Emanuela Fiore – il cambio di allenatore ci ha responsabilizzate ulteriormente. Coach Giandomenico ha dato un ordine diverso dal punto di vista tecnico, e la squadra ne sta beneficiando. Il lavoro in allenamento è piuttosto duro, ma l’impegno da parte nostra non sta mancando e i risultati sono una naturale conseguenza. E’ come se fosse iniziato un nuovo campionato". A Talmassons l’Hermaea ha dimostrato grande carattere, raddrizzando una gara cominciata malissimo (25-9 il punteggio del primo set): "La fiducia non ci è mai mancata – spiega – ora però ci sentiamo più solide. Il primo set di domenica scorsa non è stato dei migliori, ma credo che il fattore trasferta abbia inciso. La reazione è stata imperiosa, e una volta riprese le redini della gara siamo andate come un treno". Anche in Friuli Fiore è stata la miglior realizzatrice biancoblù con 23 punti: "Sento di essermi scrollata di dosso quella negatività che mi portavo dietro dalla scorsa stagione – ammette – ora sono più serena e in campo riesco a esprimere quella continuità che mi era mancata nelle prime partite. Avere responsabilità maggiori nella fase muro difesa mi dà energia. Amo mettermi a disposizione della squadra anche quando si tratta di difendere. Condivido con coach Giandomenico la mentalità forgiata dalla scuola del Volleyrò Casal de Pazzi, in cui uno dei primi insegnamenti è quello di mettersi a totale servizio delle compagne".

Domani a Cutrofiano l’Hermaea cercherà di abbandonare l’ultima posizione in classifica. Le padrone di casa, alla seconda partecipazione consecutiva al torneo di Serie A2, hanno ottenuto fin qui 7 punti, uno in più rispetto alle galluresi. Nel roster della compagine salentina figurano due vecchie conoscenze dell’Hermaea come il libero Alice Barbagallo e la schiacciatrice Claudia Provaroni. Uno spauracchio non da poco è l’opposto estone Anna Kajalina (ben 205 centimetri di altezza), già affrontata negli ultimi anni tra Ravenna e Pinerolo: "Vincere ci consentirebbe di dare un bello scossone alla classifica – prosegue Fiore – Cutrofiano è davanti a noi, ma non badiamo troppo a queste cose. Abbiamo preparato con attenzione la gara per provare a limitare i loro punti di forza, anche se in questo periodo siamo focalizzate soprattutto sul miglioramento dei nostri automatismi".