6 Gennaio 2018 - Redazione Isola24Sport

Golem, nulla da fare contro Chieri: il Fenera passa in tre set

GOLEM OLBIA: Simoncini 2, Muresan 12, Barazza 3, Bartolini 4, Uchiseto 4, Iannone 7; Barbagallo (L); Soos 6, Murru 1. N.e. Spinello, Provaroni, Fusani, Cecconello, Branca. All.: Giangrossi

FENERA CHIERI ’76: De Lellis 1, Manfredini 17, Lualdi 6, Akrari 5, Angelina 19, Perinelli 7; Bresciani (L); Mezzi, Salvi. N.e. Colombano, Moretto, Sandrone. All.: Secchi

PARZIALI: 22-25; 20-25; 15-25

OLBIA - La Golem non riesce ancora a interrompere la striscia negativa, e contro il Fenera Chieri accusa la decima sconfitta consecutiva nel campionato di Serie A2. Nella "prima" del 2018, le galluresi hanno lottato in maniera produttiva per i primi due set contro un avversario ben più quotato, mentre nel terzo non sono riuscite a opporsi efficacemente a un Fenera trascinato dall’ex Angelina (19 punti). La Golem ritrova Soos e parte bene, costringendo le avversarie a giocare punto a punto fino al 16 pari. In questa fase però, grazie ai punti messi a terra da Manfredini e Perinelli, il Fenera riesce a guadagnare un vantaggio reso poi più ampio grazie alle iniziative vincenti di Lualdi. Spalle al muro sul -5 (18-23), l’Hermaea trova le forze per rimettere le cose in discussione (21-23), ma Chieri chiude i giochi sul 22-25 grazie ad Angelina. Il secondo set pare, almeno inizialmente, un monologo delle ragazze di Secchi, capaci di portarsi fino al +7 (6-13). Le padrone di casa però non ci stanno e riescono a mettere in piedi un break che riporta le cose in equilibrio (11-14). Le ospiti continuano a mantenere il vantaggio nonostante gli sforzi di Muresan e compagne e si portano sul 2-0 nel conto set grazie a un altro attacco vincente di Angelina (20-25). Meno equilibrata la terza frazione, nella quale la Golem non riesce a dar seguito a un buon avvio, e dopo esser stata ripresa a quota 10 scivola indietro sotto i colpi di Angelina fino ad arrendersi definitivamente sul 15-25. Nuova battuta d’arresto, dunque, per la Golem, che accoglie il risultato senza drammi e pensa alla prossima sfida in casa della VolAlto Caserta. Una gara che, a questo punto, potrebbe davvero segnare l’inizio di un nuovo campionato.