14 Giugno 2017 - Redazione Isola24Sport

Alessia Orro carica per l’approdo a Busto Arsizio: “Credo sia l’ambiente ideale per me”

BUSTO ARIZIO (PAVIA) – La nuova sfida di Alessia Orro si chiama Unet Yamamay. Dopo il cammino fatto (a livello di campionato maggiore) con il Club Italia, la regista di Narbolia si divide lo studio, gli allenamenti con la nazionale : "Giovedì sono stata a Busto per conoscere la nuova società - ha detto a La Gazzetta dello Sport - adesso sono in palestra a lavorare con la nazionale, il 21 giugno sarò a scuola a Milano per la prima prova degli esami di maturità, per poi volare, dopo un altro collegiale e tre giorni di vacanza, in Cina per il World Grand Prix". Ora, con tutto rispetto per la sua ex squadra, è arrivato il momento del grande salto: "Sono arrivata al Club Italia giovanissima, a 13 anni, lasciando con difficoltà la mia famiglia in Sardegna per trasferirmi a Milano ed ambientarmi in una realtà totalmente diversa e nuova; ed ora – dice la Orro con il sorriso - forte di non essermi mai voltata indietro neanche nei momenti più difficili, sono pronta a lasciare un’altra famiglia, dove di fatto sono cresciuta, per compiere un ulteriore passo in avanti".

Alessia Orro, sempre alla Gazzetta, racconta il perché di Busto: "Ritengo che sia proprio arrivato il momento giusto per lo step successivo: del resto ho scelto Busto perché credo possa essere davvero l’ambiente ideale, inteso come società, squadra e piazza, per poter proseguire il mio percorso di crescita".  A Busto, oltre a coach Mencarelli e in attesa di Botezat, Alessia Orro troverà una sorta di terza famiglia… "In effetti conosco già diverse compagne: Piani è stata per un anno con me in stanza al Club Italia, con Spirito e Berti ci sentiamo spessissimo, mentre in nazionale ho avuto modo di conoscere anche Diouf e Gennari. Un buon punto di partenza"