11 Gennaio 2019 - Ignazio Caddeo

Raimond Sassari, contro l’Estense per continuare a correre

I rossoblu aprono l’anno al PalaSantoru contro la formazione di Giacomel

SASSARI - Iniziare il nuovo anno così come si è finito il vecchio. Questo il proposito con cui la Raimond Handball Sassari ospiterà l’Estense, al PalaSantoru (ore 16, arbitri Onnis e Pepe) nell’ultima giornata del girone d’andata del campionato di Serie A2. Dopo aver chiuso il 2018 con la vittoria nella stracittadina contro la Verdeazzurro e aver smaltito i meritati festeggiamenti per la prima trionfale metà di stagione, i ragazzi di Passino vogliono sfruttare al massimo il trittico di partite da disputare, e in parte disputate, a Sassari. Dopo l’affermazione nel derby e la partita che si disputerà  domani alle ore 16, i rossoblu ospiteranno infatti la co-capolista Rapid Nonantola. L’Estense, allenata da Enrico Giacomel, è invischiata nella lotta per non retrocedere. Decimo in classifica, il prossimo avversario della Raimond, ha ottenuto 8 punti nelle dodici partite fin qui disputate. Tre vittorie, tutte a Ferrara, due pareggi, equamente divisi tra casa e trasferta, e sette sconfitte compongono il ruolino di marcia di una squadra che arriverà a Sassari con l’arduo compito di fermare i primi della classe, ma affamata di quei punti che potrebbero darle un po’ di ossigeno in una corsa salvezza che, a oggi, la vede vantare un solo punto di vantaggio sul penultimo posto.

A presentare la sfida il ds rossoblù Andrea Giordo:"Affronteremo una squadra atipica, i risultati altalenanti fin qui ottenuti rendono l’Estense un avversario da prendere decisamente con le pinze, capace di giocare grandi partite ma anche di cadere in maniera imprevedibile. Sarebbe ipocrita negare che i favori del pronostico sono dalla nostra parte, ma siamo perfettamente consapevoli di quanto non esistano partite vinte prima del fischio d’inizio. Oltretutto il rientro dopo una sosta di tre settimane rappresenta sempre un qualcosa di insidioso"