17 Novembre 2018 - Ignazio Caddeo

Raimond Sassari all’esame Ferrara United nel posticipo domenicale

Rossoblu sul parquet del PalaBoschetto a caccia della quinta affermazione consecutiva

SASSARI - La Raimond vola in Emilia Romagna per battere Ferrara (si gioca domani al Pala Boschetto alle ore 18, arbitri Bazzanella e Stilo) e allungare la sua striscia vincente e proseguire la rincorsa verso i piani altissimi del girone B del campionato di Serie A2. Dopo la netta vittoria su Camerano nell’ultima partita disputata, i rossoblu si ritroveranno di fronte una compagine di tutt’altra caratura che occupa la quinta posizione con 7 punti, figli di tre vittorie, un pareggio, ottenuto sette giorni fa sul campo dell’Estense, e due sconfitte. La formazione di coach Lucio Ribaudo non attraversa un gran periodo di forma, un punto nelle ultime tre partite, ma ha costruito la sua classifica tra le mura amiche cedendo solo alla capolista Secchia Rubiera. Gli avversari dei sassaresi annoverano tra le loro fila giocatori di tutto rispetto come i fratelli Hristov, Argentin e i veterani Pastore, Sigolo e Bellinazzi, vecchie conoscenze del massimo campionato. La Raimond dovrà far fronte alla fisicità e all’esperienza del Ferrara United, ma proverà con determinazione a portare a casa l’intera posta per portarsi a quota 11 e staccare di quattro lunghezze Sgargetta e compagni che, classifica alla mano, rappresentano una diretta concorrente per il raggiungimento della post season.

"Servirà una gran partita – è sicuro coach Luigi Passino – Ferrara è una squadra forte tanto fisicamente quanto tecnicamente.  L’organico è di ottima fattura in tutti i ruoli, buoni terzini e ottime ali, tante individualità che si completano al meglio tra loro formando un complesso ben collaudato. Noi, dal canto nostro, dovremo giocare al meglio delle nostre possibilità, il margine d’errore sarà decisamente ridotto. Sarà una gara vera dall’esito impronosticabile, nessuna delle due contendenti si può permettere di lasciare altri punti per strada"