25 Gennaio 2019 - Ignazio Caddeo

La Raimond Sassari vola a Imola per consolidare la leadership contro la Rapid Nonantola

I sassaresi affrontano i romagnoli, ultima squadra a non aver perso contro i sardi

SASSARI - Dopo la vittoria di misura, ma pesantissima, ottenuta sabato scorso contro il Rapid Nonantola, la Raimond Handball Sassari torna in campo per la seconda giornata di ritorno. In una settimana in cui coach Passino ha dovuto far fronte a varie defezioni, ma comunque forti del primato in classifica rafforzato ulteriormente grazie alla vittoria di sette giorni fa, i sassaresi volano a Imola con la voglia di non rallentare la propria corsa ai playoff e a quella prima piazza che consentirebbe loro di avere un sorteggio relativamente favorevole alla Final Eight che assegnerà due posti nella massima serie. Ma il cammino è ancora lungo, il prossimo ostacolo si chiama Romagna. La formazione di coach Tassinari occupa il quinto posto in classifica a quota 18 punti, lontana solo tre lunghezze dalla terza piazza. I prossimi avversari della Raimond sono reduci dal pareggio contro Parma, arrivato dopo la vittoria in quel di Camerano. Con 11 punti ottenuti lontani dalle mura amiche, si esprimono meglio in trasferta dimostrando di avere, quando in grado di mettere in campo tutto il potenziale a disposizione, un’ottima solidità di squadra palesata anche nella sfida d’andata, quando al PalaSantoru imposero il pari ai rossoblu.

A tenere alta la tensione in casa Raimond, ci pensa Luigi Passino: "Affronteremo una squadra giovane, capace di giocare un’ottima pallamano. Tassinari e Rotaru gestiscono l’attacco in maniera egregia con l’ausilio di due pivot di spessore, sono sicuramente una compagine ostica che attraversa un ottimo momento di forma. La gara di sabato ha un’importanza capitale, abbiamo lavorato per colpire al meglio i punti deboli del Romagna, batterli ci consentirebbe di dare un chiaro segnale al campionato e ai nostri avversari"