14 Ottobre 2018 - Ignazio Caddeo

37-23 alla 2 Agosto Bologna: nessun problema per la Raimond Sassari

Seconda vittoria di fila per gli isolani in campionato

SASSARI - Seconda vittoria consecutiva per la Raimond Handball Sassari che, nella quarta giornata del girone B del campionato di Serie A2, abbatte la 2 Agosto Bologna in una partita incanalata sui binari preferiti ai rossoblu fin dalle primissime fasi. 37-23 per i ragazzi di Luigi Passino, abili nel confermare i buoni segnali mostrati a Poggio a Caiano. Affermazione piena, la prima in casa, che consente ai turritani di salire a quota cinque punti in classifica, confermando la sesta piazza a braccetto con la Romagna Handball. Nei primissimi minuti, l’attacco sassarese fatica a trovare ritmo e fluidità, tant’è che gli ospiti escono meglio dai blocchi di partenza con un parziale di 0-2 siglato dalle sassate di Kiseri Tedros, inizialmente lasciato tirare con troppa libertà. L’attacco bolognese non ha grosse alternative al numero 9 e, una volta prese le misure al classe 1990, la Raimond mette le cose in chiaro realizzando un parziale di 9-0 che indirizza la gara fin dai primi 15 minuti. Il vantaggio di sette reti, maturato prevalentemente grazie alle realizzazioni di Cantore e Cuccu, si allarga fino al +9 con cui le due squadre vanno al riposo (19-10). Nella prima metà di gara, Passino trova modo di inserire anche i giovani Andrea Delogu e Fernando Ricci, bravi a mettersi in mostra così come l’estremo difensore Marco Spanu, confermatosi su buoni livelli dopo la trasferta contro l’Ambra in una gara in cui ha equamente diviso i suoi minuti con il più esperto pari ruolo Eugenio Casada.

La ripresa inizia con i sassaresi che, forse un po’ distratti dall’ampio vantaggio, si distraggono e collezionano qualche palla persa di troppo con Juan Ignacio Cantore, comunque autore di una sontuosa prova che l’ha visto affermarsi come migliore realizzatore al pari di Mikk Pinnonen (10 reti per ciascuno). Nonostante un inizio di secondo tempo non troppo intenso, i rossoblu non vedono calare il loro vantaggio in una ripresa trascinatasi senza grossi sussulti, che li ha visti raggiungere il massimo vantaggio (35-17) al 54’ e chiudere sul punteggio finale di 37-23.