6 Settembre 2019 - Ignazio Caddeo

Raimond Sassari, l’avventura nel massimo campionato maschile inizia da Fondi

Appuntamento fissato per le 17 di domani

SASSARI - La lunga attesa è finita. Dopo più di un mese preparazione agli ordini di coach Luigi Passino e del preparatore atletico Lorenzo Vosca, la Raimond Handball Sassari si presenta ai nastri di partenza del campionato di Serie A1. L’avventura dei sassaresi sul massimo palcoscenico nazionale inizierà da Fondi, laddove i rossoblu affronteranno la Banca Popolare sul parquet del Palazzetto dello Sport. Nel corso della settimana che si concluderà con la prima trasferta stagionale, la squadra si è allenata nel migliore dei modi, la condizione fisica del gruppo è in ascesa e l’amalgama tra vecchi e nuovi continua a crescere. La Banca Popolare di Fondi arriva alla prima di campionato forte di uno zoccolo duro che le ha permesso di conservare la massima serie e togliersi lo sfizio di qualificarsi all’ultima Final Eight di Coppa Italia. Il mercato estivo ha portato in dote a coach De Santis sette nuovi giocatori, tutti italiani fatta eccezione per il pivot brasiliano Rodolfo Oliveira, arrivato dagli ungheresi dal Csurgoi Kezilabda Klub. Cinque le cessioni tra cui spicca quella di Giovanni Nardin, che si troverà ad affrontare la sua ex squadra con il rossoblu sassarese indosso.

"L’esordio in campionato è sempre complicato – afferma il ds della Raimond Andrea Giordo – Ci sarà sicuramente un po’ di emozione, accompagnata dalla curiosità di scoprire a che punto siamo. Le amichevoli ci hanno dato più di un’indicazione importante, ma le partite da due punti sono tutt’altra cosa. Affronteremo Fondi, squadra rodata in grado di qualificarsi all’ultima Final Eight di Coppa Italia. Siamo pronti al debutto, partire col piede giusto rappresenterebbe una grossa iniezione di fiducia in vista del proseguo del torneo". Banca Popolare di Fondi-Raimond Handball Sassari si giocherà al Palazzetto dello Sport di Fondi, sabato 7 Settembre alle ore 17. La gara sarà diretta dal duo arbitrale composto da Carlo Dionisi e Stefano Maccarone.