29 Novembre 2019 - Ignazio Caddeo

L’Hac OjSolution vuole sbloccarsi contro Casalgrande

Dopo un mese la formazione nuorese torna in via della Resistenza per il match salvezza contro le emiliane

NUORO - Nuovo assalto alla prima vittoria stagionale per l’Hac OjSolution Nuoro, che dopo un weekend lontano dagli impegni ufficiali tornerà in campo domani pomeriggio per affrontare in casa il Casalgrande Padana, nel match in programma  doman alle 17 arbitri designati Anastasio e Mauro Zappaterreno. Nel palasport di via della Resistenza andrà in scena un match di cruciale importanza per la classifica delle barbaricine, ancora ferme al palo dopo 6 gare disputate. La compagine avversaria, infatti, si trova in penultima posizione con un punto, conquistato grazie al pareggio di Cassano Magnago dello scorso 21 settembre. L’occasione è ghiotta per schiodarsi da quota zero, ma la settimana di avvicinamento è stata molto travagliata, con alcuni infortuni che non hanno permesso alla squadra di allenarsi al meglio. Luisella Podda, inoltre, si è unita al resto del gruppo soltanto mercoledì dopo gli impegni con la Nazionale di Hrupec: "Ci sarebbe piaciuto arrivare in maniera diversa a una partita così importante – spiega il direttore tecnico Roberto Deiana – stiamo studiando tutti i modi possibili per rendere al meglio nonostante tutto".

A dispetto della classifica poco lusinghiera, Casalgrande Padana è formazione ricca di contenuti tecnici. Nella squadra guidata dal coach Corradini milita, per esempio, il terzino sinistro Ilenia Furlanetto, sesta nella classifica delle migliori realizzatrici dell’A1 con 37 reti: "Il fatto che abbiano un punto non deve trarre in inganno – prosegue Deiana – nelle fila di Casalgrande Padana non mancano le giocatrici interessanti. Un po’ come noi hanno scelto di ripartire con un progetto basato su elementi giovani, rinunciando, per esempio, a Fanton, che è andata a giocare in Francia. La scorsa settimana hanno aggiunto al roster un nuovo terzino (la siciliana Federica Giarratana, ndr) e verranno qui per darci del filo da torcere".  L’Hac, dal canto proprio, punterà forte sul fattore campo: "Dopo un mese torniamo finalmente a giocare in casa – evidenzia – ci teniamo a far bene e ce la metteremo tutta per sbloccarci. Sono certo che prima o poi la ruota girerà anche per noi".

ort.