5 Ottobre 2019 - Ignazio Caddeo

Femminile. Una bella HAC OjSOLUTION Nuoro cede il passo alla Jomi Salerno che vince 30-21

Le barbaricine hanno lottato fino a quando hanno potuto

NUORO - Terza sconfitta stagionale per l’HAC OjSOLUTION, che alla Palestra Polivalente di Nuoro cede alle campionesse d’Italia uscenti della Jomi Salerno con il risultato finale di 21-30. Nonostante il ko la compagine barbaricina può essere soddisfatta per la prestazione espressa: per larghissimi tratti, infatti, Basolu e compagne hanno dato del filo da torcere alle più quotate rivali. Dopo un lungo testa a testa iniziale l’HAC si è staccata nel punteggio a metà del primo tempo, ma nella ripresa è comunque tornata a contatto mostrando carattere, determinazione euna qualità di gioco che lascia ben sperare per il futuro.  L’impatto alla gara della formazione nuorese è più che positivo: dopo 1’25’’ è infatti Sandra Radovic, all’esordio assoluto davanti al pubblico amico, a portare avanti l’HAC OjSOLUTION. La risposta della Jomi non tarda ad arrivare, e per larghi tratti la gara è contrassegnata da continui botta e risposta. Basolu e Podda annullano i primi tentativi di allungo, ma poi le campane riescono a piazzare un break di 3 reti con l’ex Gomez sugli scudi. Sul 3-7 in favore di Salerno Marina Pellegatta chiama il primo timeout. Le cose, però, non cambiano granchè per le barbaricine, che perdono un pizzico di convinzione e scivolano indietro sul 4-10 (Gomez ancora gran protagonista). L’HAC ha però il merito di restare aggrappata al match, e gli sforzi delle ragazze di Deiana vengono puntualmente ripagati nel finale di primo tempo con una reazione che permette di guadagnare il -4 al 30’ (11-15).

Al rientro in campo l’estremo difensore Martina Sitzia si segnala con un paio di interventi decisivi, mentre sul fronte offensivo Basolu è brava a capitalizzare un contropiede solitario che dà all’OjSOLUTION la possibilità di affacciarsi sul -3 (14-17). La Jomi fatica a scrollarsi di dosso la pressione delle padrone di casa, che trovano un contributo importante anche da Luisella Podda e Valentina Davoli. Gomez e compagne cercano spesso e volentieri delle situazioni di superiorità numerica, e sul 16-21 sembrano prendere definitivamente il sopravvento. Dopo un altro intervento di coach Pellegatta l’HAC trova il modo di rimettere tutto in discussione (gran conclusione di Notarianni per il nuovo -3, 19-22). Salerno però non trema, e con Napoletano riesce a ricacciare indietro le nuoresi fino a cogliere il successo finale sul 21-30.