8 Novembre 2019 - Ignazio Caddeo

Donne, Hac Nuoro: il cammino riparte da Oderzo

Nel massimo campionato maschile la Raimond Sassari attesa a Bressanone

NUORO - Dopo due settimane di pausa riprende il cammino della Hac OjSolution Nuoro nel campionato di Serie A1. Ancora ferme al palo in compagnia di Leno, le barbaricine cercheranno di strappare i primi punti in campionato in casa della Mechanic System Oderzo, compagine che fa parte del nutrito gruppetto di inseguitrici alle spalle della capolista Brixen. Il match è in programma domani alle 14.30, arbitri designati Matteo Corioni e Pierluigi Falvo. Quella in terra veneta sarà una trasferta difficile. Non solo per il valore delle avversarie, costruite per lottare ai piani alti della classifica, ma anche per i grandi problemi logistici che porterà con sé. L’Hac, infatti, sbarcherà a Livorno nella mattinata di sabato e dovrà poi affrontare ben 5 ore di viaggio in auto per raggiungere il paese in provincia di Treviso. Appena 120 minuti prima, peraltro, del fischio d’inizio della gara, anticipato alle 14.30 proprio per permettere alle ragazze di Marina Pellegatta di imbarcarsi in tempo utile sul traghetto di ritorno. Una vera e propria odissea, che purtroppo fa scivolare in secondo piano gli aspetti puramente tecnici e agonistici: "Non so nemmeno se le ragazze avranno il tempo di fare la doccia una volta terminata la gara – afferma il direttore tecnico Roberto Deiana – queste, purtroppo, sono le condizioni in cui siamo costretti a operare. La Regione Sardegna, a oggi, non ha ancora decretato le somme destinate alle società sportive come rimborso per le trasferte, e questo non ci consente di pianificare in maniera adeguata i viaggi fuori dalla Sardegna. Siamo continuamente costretti ad anticipare del denaro, e le casse iniziano a soffrire. A breve sarò ospite alla Conferenza Regionale sullo Sport e non mancherò di farlo presente a chi di dovere. Le società che operano negli sport considerati "minori" fanno sempre più fatica ad affrontare i campionati nazionali".

Nonostante tutte le difficoltà del caso, l’Hac OjSolution proverà a giocare la miglior partita possibile. Dopo la netta sconfitta interna contro Ferrara, le nuoresi sono state confortate da due incoraggianti successi in Youth League: "Affrontiamo Oderzo – spiega Deiana – una delle principali forze del campionato, dotata di un tasso di esperienza decisamente superiore al nostro. La "mission" dell’Hac in questo campionato è chiara fin dal primo giorno: far crescere le giovani e dar loro gli strumenti necessari per poter affrontare un campionato di alto livello come l’A1. Ho scelto di non inserire nel roster straniere "ingombranti" che potessero togliere loro dello spazio. Sappiamo a cosa andiamo incontro dal punto di vista dei risultati, ma non è un problema. Spero che le ragazze riescano a metabolizzare nel miglior modo possibile il viaggio d’andata in modo da dar fastidio a una compagine attrezzata come Oderzo. Mi piacerebbe vedere in campo un atteggiamento ben diverso da quello mostrato in occasione della sfida contro Ferrara, in cui la squadra è stata davvero troppo arrendevole. Non possiamo permetterci di giocare senza la grinta necessaria, soprattutto in casa".

RAIMOND SASSARI. Smaltita la sconfitta incassata contro la capolista Siena, la Raimond Handball Sassari torna in campo per affrontare il Brixen in trasferta, nel match in programma domani alle ore 19,30, diretta dalla coppia arbitrale composta dai signori Nguyen Huu Chinh e Niccolò Panetta.. La debacle di sabato scorso non ha intaccato il morale di un gruppo ben conscio di quanto di buono è stato fatto nell’ultima gara disputata al PalaSantoru, in cui si è tenuto testa ai ragazzi di coach Fusina per tutti i sessanta minuti. Oltretutto, la classifica vede i rossoblu ancora dentro la zona playoff a metà girone d’andata. Nel prossimo impegno, i sassaresi affronteranno la seconda miglior difesa del campionato (167 gol subiti). La squadra di Bressanone occupa il terzo posto in classifica assieme a Conversano e Merano. Reduce dalla vittoria di misura ottenuta in quel di Gaeta, la quarta consecutiva, il Brixen ha fin qui realizzato dieci punti. La Raimond dovrà guardarsi dall’esperienza dei veterani Cutura e Lazarevic, dalla rapidità dell’ala ex Gaeta Di Giulio e dal pivot della nazionale italiana Basic.