30 Settembre 2019 - Ignazio Caddeo

La FIA ha ufficializzato il calendario del WRC 2020: Italia-Sardegna dal 4 al 7 giugno

La tappa era già stata annunciata dal parole del Presidente dell’Automobile Club d’Italia Angelo Sticchi Damiani

PARIGI (FRANCIA) - Il Rally Italia Sardegna sarà una tappa centrale nel calendario del FIA World Rally Championship 2020. La nuova conferma per la tappa italiana del Mondiale Rally è arrivata nelle ultime ore, con l’ufficializzazione del calendario WRC della prossima stagione. La permanenza del RIS all’interno della serie iridata infatti era già stata resa nota attraverso le parole del Presidente dell’Automobile Club d’Italia Angelo Sticchi Damiani, durante lo svolgimento dell’ultima edizione della gara italiana. Oltre ad aver rinnovato la fiducia all’Italia come paese ospitante di una tappa del Mondiale, sono stati diversi gli avvicendamenti operati dalla FIA all’interno del WRC 2020. Tre in totale per quanto riguarda il resto del calendario, con il Kenya, la Nuova Zelanda e il Giappone che entreranno in sostituzione delle tappe in Spagna, Australia e Corsica. Una chiara scelta da parte della Federazione Internazionale dell’Automobile di dare un tocco ancora più intercontinentale alla serie iridata, con l’intenzione di esportare e promuovere la massima espressione della specialità soprattutto oltre i confini europei.

Il direttore del Rally della FIA Yves Matton ha commentato: "Al fine di globalizzare ulteriormente il campionato, dovevamo avere più round WRC al di fuori dell’Europa. Sono lieto di vedere i risultati della nostra strategia di espansione, con eventi emblematici come il Kenya e il Giappone che torneranno al calendario WRC il prossimo anno, insieme alla Nuova Zelanda che sostituirà l’Australia, mentre eventi europei iconici di lunga data forniscono un grande equilibrio e preservano il DNA dello sport. A seguito dell’integrazione del Cile lo scorso anno, il calendario 2020 espande anche la nostra presenza nei continenti asiatico e africano."

IL CALENDARIO COMPLETO
26 Gennaio Monte-Carlo
16 febbraio Svezia
15 marzo Messico 
19 Aprile Cile
3 maggio Argentina
24 maggio Portogallo 
7 giugno Italia-Sardegna
19 luglio Kenya
9 agosto Finlandia
6 settembre Nuova Zelanda
27 settembre Turchia 
18 ottobre Germania
1 Novembre Gran Bretagna 
22 novembre Giappone