8 Giugno 2018 - Ignazio Caddeo

Italia Sardegna 2018: Ogier leader dopo le nove speciali di giornata davanti a Neuville. Ko Tänak e Suninen

Domani altro spettacolo in particolare con i due passaggi sullo spettacolare Monte Lern

ALGHERO - Sébastien Ogier e Julien Ingrassia concludono la Tappa 1 del Rally Italia Sardegna 2018 saldamente al comando di questo settimo round del WRC, dopo che la coppia francese ha gestito al meglio la propria leadership nella ripetizione della PS "Monte Baranta". Il belga Thierry Neuville è dietro alla Ford Fiesta WRC del Campione della M-Sport, che ha sfruttato al meglio gli errori del belga per allungare a 18"9 il vantaggio su di lui. Il pilota della sua Hyundai I20 Coupè è andato lungo ad un bivio, poi ha perso ala e paraurti posteriore della sua i20 Coupé WRC rischiando di finire in un fosso e infine è atterrato piuttosto ruvidamente dopo un salto spaccando splitter e parte destra anteriore della vettura coreana, con il risultato che è stato impossibile chiudere davanti ad Ogier, pur mantenendo la piazza d'onore. Sullo stesso salto che ha provocato qualche danno a Neuville, ci ha rimesso la gara Ott Tänak, il quale ha picchiato con l'anteriore della sua Toyota Yaris WRC che pian piano ha cominciato a perdere potenza e fumare, costringendo l'estone a fermarsi dicendo addio al terzo posto assoluto e ad un rally che lo vedeva molto veloce e positivo.

Come se non bastasse, anche Teemu Suninen ha commesso un errore finendo fuori strada in mezzo ai rovi con la propria Ford Fiesta WRC. Il finlandese della M-Sport avrebbe potuto salire sul podio virtuale, invece è costretto ad alzare mestamente bandiera bianca. Jari-Matti Latvala si è portato a casa la vittoria cronometrica e con la propria Toyota Yaris WRC sale in Top3 con 37"2 di ritardo dal vertice, tirandosi dietro il compagno di squadra Esapekka Lappi, quarto, sul quale vanta 4"4. Si ritrova in Top5 anche Mads Østberg con la prima delle Citroën C3 WRC, seguito a 3"2 dalla Hyundai di Hayden Paddon, mentre il suo compagno di squadra Craig Breen è più staccato in settima piazza con l'altra C3 WRC al termine di una giornata piuttosto complicata per l'irlandese. I ritiri hanno fatto sì che in Top10 salissero i tre che occupano il podio della Classe WRC2. Stéphane Lefebvre va al riposo al comando della categoria con la nuova Citroën C3 R5, vantando 14" netti sulla ŠKODA Fabia R5 ufficiale di Jan Kopecký e 1'17"8 su Nicolas Ciamin, che con la propria Hyundai i20 R5 precede di 1' secco la ŠKODA Fabia R5 di Fabio Andolfi (ACI Team Italia WRC), il migliore degli italiani in gara. Infine nella WRC3 chiude al comando la Peugeot 208 R2 di Taisko Lario davanti alla Ford Fiesta R.

Domani  sono poi in programma 149,10 km cronometrati con due passaggi (il secondo in diretta tv) a Monte Lerno (21,60 km), Monti di Alà (37,30 km) e Coiluna-Loelle (14,95 km), inframmezzati dalla speciale di Ittiri Arena (1,40 km).