9 Giugno 2018 - Ignazio Caddeo

Italia Sardegna 2018 apertissimo dopo la seconda giornata: Neuville a soli 3"9 da Ogier

Lotta apertissima anche per il terzo posto fra le Toyota di Latvala e Lappi. Kopecký primo in WRC2

ALGHERO – Più che mai aperta la lotta per la vittoria finale del Rally Italia Sardegna 2018 tra Sébastien Ogier e Thierry Neuville. Entrambi sono stati i grandissimi protagonisti della seconda giornata di una gara davvero mozzafiato e pronto a regalare le ultime emozioni con le restanti quattro ps in programma domani: due percorsi piuttosto brevi da ripetere due volte ciascuno, per un totale di circa 42km. Il Campione WRC ha mantenuto la prima posizione con la sua Ford Fiesta WRC preparata dalla M-Sport nonostante i ripetuti assalti da parte del rivale della Hyundai, che con la propria i20 Coupé WRC si è aggiudicato anche le ripetizioni delle tratte "Monti Di Ala' 2" e "Monte Lerno 2" riducendo ancora il distacco che lo separa dal leader in classifica generale. I due ora sono divisi da 3"9 e tutto verrà deciso negli ultimi 42km in programma domenica. La lotta è infuocata anche per quanto riguarda il terzo gradino del podio, appannaggio delle Toyota Yaris WRC di Jari-Matti Latvala ed Esapekka Lappi, separate da 5"3 in un botta e risposta che tra i due finlandesi per il momento vede prevalere l'ex Volkswagen sul Campione ERC 2014. C'è però da dire che Latvala ha riportato guai all'alternatore, fermandosi nel tratto di collegamento verso il Parco Assistenza; vedremo se riuscirà a raggiungerlo per poi sistemare il problema.

E' stata una buona giornata anche per Hayden Paddon, risalito al quinto posto con la seconda Hyundai i20 Coupé WRC dopo che il neozelandese si è messo alle spalle la Citroën C3 WRC condotta da Mads Østberg, che nel finale si è comunque riavvicinato al rivale riducendo a 2"1 il divario. Chi invece ha sofferto più del previsto è stato Craig Breen con l'altra Citroën C3 WRC, fermo in settima posizione e lontano dal gruppetto che lo precede non avendo mai trovato il passo per restare con loro e giocarsi la Top5. Un ottimo Jan Kopecký conclude la giornata risalendo all'ottavo posto assoluto e tenendo saldamente tra le mani la testa della corsa in Classe WRC2 al volante della ŠKODA Fabia R5 ufficiale. Ha invece agguantato la nona piazza Ott Tänak, anche se nell'ultima PS il pilota della Toyota ha perso qualcosa a causa di una foratura accusata dalla sua Yaris WRC all'anteriore destra. L'estone resta ugualmente davanti Martin Prokop (Ford Fiesta RS WRC - MP-Sports), il quale completa la Top10.

In WRC2, dietro all'imprendibile Kopecký, c'è sempre Nicolas Ciamin (Hyundai i20 R5), mentre Ole Christian Veiby vince cinque PS su sei oggi e risale al terzo posto di categoria mettendo nel mirino il francese, dal quale dista 28"2. Il pilota della ŠKODA sfrutta anche il problema accusato dalla Ford Fiesta R5 di Takamoto Katsuta (Tommi Mäkinen Racing), crollato nelle retrovie consentendo a Pierre-Louis Loubet (Hyundai i20 R5 - BRC Racing Team) e Fabio Andolfi (ŠKODA Fabia R5 - ACI Team Italia WRC) di risalire in Top5. Infine nella WRC3 il leader è sempre Jean-Baptiste Franceschi (Ford Fiesta R2T - Équipe De France FFSA Rallye) con un margine di sicurezza sulle Peugeot 208 R2 di Taisko Lario e Louise Cook.