17 Ottobre 2019 - Ignazio Caddeo

2° Rally Storico Costa Smeralda: le prove e gli orari

La descrizione e i punti più spettacolari delle cinque prove speciali tra le quali spicca la novità della prova che attraversa l´abitato di San Pantaleo offrendo al pubblico una straordinaria platea dalla quale seguire i passaggi delle auto.

PORTO CERVO - Ecco nel dettaglio la descrizione delle cinque prove speciali sulle quali si sfideranno i sessantanove equipaggi iscritti nelle tre gare, rally storico, regolarità sport e regolarità a media. Oltre a tratti noti e ripresi dal rally storico dopo l'asfaltatura delle strade negli anni scorsi, è stata fortemente voluta una prova tutta nuova che si correrà in unico passaggio al venerdì sera, proprio nell'orario dedicato al rito dell'aperitivo che in quest'occasione diventa speciale, visto che si potrà consumare seguendo i passaggi delle auto nel centro abitato di San Pantaleo: un'imperdibile occasione per gli appassionati che da Olbia e dintorni vorranno abbinare il rito serale all'emozione delle vetture da corsa. Si raccomanda agli spettatori di seguire le indicazioni dei commissari di percorso e delle forze dell'ordine, evitando di stazionare in luoghi pericolosi; gli orari di chiusura delle strade interessate sono stati affissi nei cartelloni lungo le strade interessate.

P.S. 1 - 3 "San Pasquale", km 13,64. 1° passaggio venerdì 19 ottobre ore 16.54. 2° passaggio ore 19.47
Partenza su un tratto misto veloce ma guidato con graduale pendenza in salita verso il paese di San Pantaleo, immerso nel paesaggio tipico gallurese fatto di macchia mediterranea. Carreggiata stretta (ma non strettissima) e fondo buono. Alcuni saliscendi permettono una visione sulle bocche di Bonifacio. Un bivio secco a sinistra immette sul borgo di San Pasquale, da qui è facile l’accesso del pubblico dalla SS133b. Si attraversa così l’intero centro abitato, con passaggi suggestivi fra le case. Una variante ricavata su un’aiuola spartitraffico permette oltre che il rallentamento del ritmo, una visione in sicurezza e ravvicinata delle vetture in corsa per il pubblico. Superato il borgo la strada diventa tortuosa ed in discesa, fino a valle dove si innesta nella strada provinciale che conduce fino alla cantoniera di Bassacutena. Da qui si ricalca parte del tracciato del vecchio rally, con la prova definita Campovaglio e Camporotondo. Qui la carreggiata è più larga con un percorso medio veloce inframezzato da curvoni lunghi a medio raggio. Comincia poi una leggera salita che conduce fino al bivio di Aglientu (il famoso bivio Alen, poiché, negli anni d’oro del rally, gli appassionati coprirono di blu le lettere g,i,t,u del cartello stradale…) superato il bivio si affronta un tratto rettilineo e veloce ma interrotto presto da curve piuttosto decise, in una di queste vi è un passaggio ravvicinato con una caratteristica parete in granito. L’ultima curva della serie mette fine alla prova.

P.S. 2" San Pantaleo", km 3,94. 1° passaggio venerdì 19 ottobre ore 18.53
Partenza su un tratto veloce, ma interrotto da alcuni tornanti, in leggera salita della strada provinciale che conduce al borgo famoso per i pittoreschi rilievi granitici che ne fanno da sfondo. Giunti alle porte dell’abitato una chicane di rallentamento permette l’ingresso per una via laterale del paese, che viene affrontato in prova speciale per tutta la sua lunghezza, le vetture passano fra le strette viuzze a fianco di case, piazze e la chiesa. Tutto il paese diventa così luogo di facile accesso per il pubblico, che può arrivarci facilmente da Olbia. Superato il centro abitato si percorre ancora un tratto di strada in discesa piuttosto veloce ma a carreggiata stretta e con curve di impegnativa impostazione.

P.S. 4 - 7 "Aglientu", km 7,37. 1° passaggio sabato 20 ottobre ore 10.37. 2° passaggio ore 14.45
Prova tipica della campagna nord della Gallura per andamento medio veloce su carreggiata media, con leggeri saliscendi. E’ caratterizzata da un’inversione sinistra secca e da un bivio a destra, facilmente raggiungibile per il pubblico da Bassacutena o da Palau. Il percorso poi declina in lieve salita in direzione Aglientu. Inizia qui un tratto medio veloce ma guidato, da guidare con ritmo e decisione. Anche questa porzione di strada è stata impegnata in passato col rally in versione sterrato.

P.S. 5 - 8 "Luogosanto", km 9,65. 1° passaggio sabato 20 ottobre ore 11.25. 2° passaggio ore 15.33
Prova storica anche questa, prende il via dalla periferia della cittadina gallurese. Carreggiata media, a tratti stretta, è di difficile interpretazione per la vegetazione molto fitta sui lati della strada che, nelle ore buie, causa il deposito di macchie di insidiosa umidità sul fondo, inoltre la visuale limitata richiede una guida attentissima e precisa. E’ di fatto la prova più tecnica e che va preparata con cura . L’andamento è gradualmente discendente verso il bacino del Liscia, sul fine prova si trova un sito molto interessante dove si può ammirare un olivastro dell’età stimata di quasi 4000 anni.

P.S. 6 - 9 "Lo Sfossato", km 11,83. 1° passaggio sabato 20 ottobre ore 12.19. 2° passaggio ore 16.27
Una prova con due identità. La prima parte impegna la porzione più nervosa della SS133 (Tempio-Palau), degradante in leggera discesa, carreggiata larga ma condizionata da un susseguirsi di curve a raggio medio e stretto dove conta la capacità di disegnare la migliore traiettoria. Un bivio secco all’altezza delle vigne di Siddura, di facile accesso per il pubblico da Luogosanto, immette in un tratto più lineare ma a carreggiata stretta e, a tratti, strettissima. Pendenza in salita, diventa particolarmente tecnica nella parte centrale per il susseguirsi di curve di non facile interpretazione. Sicuramente la prova più difficile del rally e che farà la differenza. Il secondo tratto impegna anch’esso una porzione della vecchia prova speciale denominata nello stesso modo. La prova termina sulla stessa SS133 a breve distanza dalla partenza creando così un anello in cui si incrociano concorrenti in entrata ed in uscita.

Tre i riordini previsti: il primo a Palau alle 17,44 di venerdì 18, presso il porto turistico; il secondo a Porto Cervo a fine tappa alle 21 e il terzo, sabato 19, alle 13,11 in Piazza Gallura a Tempio Pausania. Infine, il parco assistenza è previsto dalle 9.05 nell'area antistante lo stadio di Arzachena.