7 Ottobre 2017 - Redazione Isola24Sport

Una Golem Olbia con qualche assenza riparte dalla trasferta a Chieri,

OLBIA - E’ una Golem Hermaea ancora incompleta quella che domani pomeriggio sarà di scena alle 17 al PalaFenera per affrontare il Chieri per la prima giornata della Serie A2 Femminile 2017/18. Impegno particolarmente ostico per le galluresi, che non potranno ancora contare su due pezzi importanti come la palleggiatrice Natasha Spinello e la schiacciatrice giapponese Mami Uchiseto, attesa a Olbia per la prossima settimana.  Due assenze inevitabilmente pesanti nell’economia di squadra, come conferma il tecnico Pasqualino Giangrossi: "E’ così – ammette – purtroppo il nostro è stato un inizio di stagione caratterizzato da qualche difficoltà. Le assenze di Spinello e Uchiseto non possono che pesare in maniera particolare sui nostri equilibri. Speriamo di averle a disposizione al più presto e superare questa fase da "lavori in corso".  Nel frattempo non ci resta altro che continuare a lavorare con serenità e pazienza". Quali armi useranno le olbiesi per provare a mettere in difficoltà il Fenera? "Cercheremo di forzare la battuta – aggiunge Giangrossi – la differenza tecnica, stante le nostre difficoltà, è evidente, ma non per questo andremo in Piemonte per fare da spettatrici".

Tra le formazioni più accreditate per la lotta nei quartieri alti della classifica, Chieri è guidata in panchina da una vecchia conoscenza dell’Hermaea, ovvero quel Luca Secchi che, nella stagione 2013/14, accompagnò il sodalizio gallurese nel grande salto dalla B1 all’A2. In campo, tra le fila chieresi, ci sarà invece Giulia Angelina, che lo scorso anno a Olbia è risultata la terza miglior realizzatrice del campionato di A2 con ben 471 punti. "Il precampionato ha detto che il Fenera è forse la squadra più in forma del lotto – analizza il coach dell’Hermaea – e in virtù del roster allestito in estate credo possa vantare legittime ambizioni di promozione. Si va dall’esperienza di Sara De Lellis, che lo scorso anno a Legnano ha sfiorato la vittoria dei playoff, alla solida coppia di centrali composta da Akrari e Lualdi, passando per Costanza Manfredini, che lo scorso anno a Soverato è stata il miglior opposto del torneo. Il tutto è contornato da una panchina profonda, in grado di sopperire a eventuali momenti di difficoltà del sestetto titolare. Esordiscono in casa, e vorranno sicuramente fare bella figura davanti ai loro tifosi. Noi, nonostante i problemi di questo periodo, faremo di tutto per rendergli la vita complicata".