7 Giugno 2017 - Redazione Isola24Sport

Tiro al Bersaglio Subacqueo: Sardegna sul podio ai Campionati nazionali dopo anni di assenza

CATANIA - Due sardi sono saliti sul podio del Campionato Italiano di Tiro al Bersaglio Subacqueo, organizzato dalla Fipsas a Catania, il 2, 3 e 4 giugno. Alla 25ma edizione della competizione hanno partecipato 54 atleti da tutta Italia, in 19 squadre. Per la squadra Scuola Apnea Sardegna, con sede a Cagliari, si sono classificati terzi in due delle quattro discipline di gara (di II categoria) Fabio Mameli, 44 anni di Cagliari, e Marco Russo, 27 anni di Elmas. Si sono distinti, rispettivamente, nel tiro libero di precisione e nel biathlon, in uno sport che richiede concentrazione, notevole apnea e molta velocità. Il punteggio, infatti, tiene conto sia della precisione del tiro sia del tempo di esecuzione. 

Si tratta della prima volta che una squadra sarda partecipa alla massima competizione nazionale di tirosub dopo anni di assenza dal circuito federale. I due atleti, allenati dall'istruttore Simone Mingoia, si sono imposti grazie alle loro doti di acquaticità e resistenza nelle due giornate di tiri. Marco Russo è il campione sardo, dopo aver vinto la gara del 19 febbraio scorso alla piscina Atlantide di Elmas, valida anche come selettiva alla competizione Nazionale di Catania.