9 Novembre 2017 - Redazione Isola24Sport

Il Turisport ritorna in Fiera a Cagliari dopo una sosta forzata

CAGLIARI – Tre giorni di sport e turismo da domani a domenica alla Fiera di Cagliari. Dopo uno stop forzato, la  trentasettesima edizione del Turisport, ritorna a casa sua. Un nuovo matrimonio, fortemente voluto dal nuovo corso della Camera di commercio del Capoluogo, che con il Centro servizi per le imprese e il Coni Sardegna, hanno firmato in mattinata lìintesa, come riporta la nostra foto. Diecimila quadri interni, 15 mila metri quadri esterni, sale congressuali per complessivi 500 posti nel padiglione Mediterraneo capaci di accogliere 60 tra Federazioni, Enti di Promozione sportiva e Associazioni benemerite del Coni, oltre a 20 scuole da tutta la Sardegna che parteciperanno con 1.400 alunni, questo è il Turisport 2017. A fare gli onori di casa alla conferenza stampa il presidente della Camera di commercio di Cagliari, Maurizio De Pascale , il quale ha detto: "L’importanza del protocollo d’intesa fra la Camera di Commercio di Cagliari e Coni Sardegna sta tutta nelle convergenze fra le due istituzioni che, per un periodo di 4 anni, si impegnano a collaborare nella realizzazione di iniziative per lo sviluppo del territorio. Il mondo dello sport e quello delle imprese agiranno dunque in sintonia per promuovere iniziative di valore sociale ed etico. Siamo inoltre del parere che lo sport possa essere un fenomenale veicolo di promozione per il territorio sardo anche in chiave turistica e supportare le attività produttive con una sempre maggiore destagionalizzazione della domanda. La durata quadriennale del protocollo - ha proseguito De Pascale - ci consentirà di programmare con ampio anticipo le varie azioni, inserendole in strategie gestionali e integrando le politiche di comunicazione e di diffusione dei vari progetti. Quanto alla location, voglio aggiungere che il comprensorio fieristico di Cagliari ha tutte le caratteristiche per poter ospitare, anche in futuro, iniziative e progetti in materia di sport, cultura e turismo". De Pascale lascia quindi la parola al collega  Gian Franco Fara, presidente del Coni Sardegna. "Il sostegno che il Turisport dà alla promozione dello sport nella nostra regione è nei numeri crescenti di forte partecipazione che registriamo da anni. E’ un fatto assodato che lo sport non è solo uno strumento di integrazione ma anche di sviluppo: le Federazioni sportive, con le loro associazioni, danno un contributo importante per migliorare il benessere e la qualità di vita dei cittadini e per qualificare l'offerta turistica dei territori. In questo contesto, le intese e le collaborazioni tra istituzioni non possono che spingere verso il raggiungimento di mete sempre più ambiziose".

Infine, per il numero uno del Centro Servizi per le Imprese Gianluigi Molinari "Tra le linee programmatiche di rilancio degli eventi,ho fissato come obiettivo prioritario riportare attività di rilievo nel quartiere fieristico,fra queste non poteva mancare il Turisport. Per farlo, mi sono subito attivato presso il Coni Sardegna proponendo una calendarizzazione pluriennale per curare al meglio gli aspetti commerciali della manifestazione. Il Turisport, infatti, fa da volano alle diverse discipline sportive e agevola l’aggregazione sociale ma è anche un evento importante per l’indotto che crea e per i suoi risvolti commerciali". L’edizione numero 37 Turipost è annunciata come arà una grande "Festa dello Sport" di carattere esperienziale con il coinvolgimento diretto del pubblico che potrà partecipare attivamente cimentandosi nelle diverse discipline presentate e promosse dalle Federazioni sportive. Le stesse Federazioni, grazie al coordinamento del Coni Sardegna, organizzeranno tornei ed eventi agonistici che arricchiranno il programma del Turisport per tutti e tre i giorni in cui questo avrà luogo.