4 Novembre 2019 - Ignazio Caddeo

Latte Dolce capolista, Torres ancora in evidenza: il Girone G parla sassarese

Rallenta l´Arzachena, Budoni in difficoltà

CAGLIARI – Ottima conferma del Latte Dolce, prosegue l’ascesa della Torres verso i vertici della classifica, continuano a stentare Muravera, Lanusei, Budoni e Arzachena, questo in sintesi quanto espresso dalla decima giornata di andata del campionato di serie D girone G. Il Latte Dolce fa suo il derby esterno col Budoni confermando il suo ottimo stato di salute e soprattutto restando da solo in vetta alla classifica con 25 punti conquistati sui 30 disponibili. I sassaresi sabato sono stati trascinati soprattutto da un Francesco Virdis in grande spolvero, autore di una tripletta che lo fa salire a quota 6 nella classifica dei marcatori. In generale ottima come sempre la prestazione di tutto il collettivo gialloblù sempre più sicuro di sé, e che ha sofferto poco durante i 90’. Insomma ci sono gli ingredienti giusti perché in casa sassarese si possa sognare (e non a torto) di effettuare quello che sarebbe uno storico approdo nella terza serie professionistica nazionale. Per contro il Budoni non ha mai dato l’impressione di poter capovolgere a suo favore l’esito della gara. La squadra di Hervatin non gioca male ma raccoglie poco in zona gol e dimostra di non essere particolarmente sicura in difesa, i galluresi dovranno lottare e molto se vorranno conquistare la salvezza diretta e cominciare soprattutto a fare risultati sin dalle prossime settimane. La Torres riesce finalmente a vincere una gara davanti al suo pubblico (non succedeva addirittura dall’8 settembre scorso , anche allora in occasione di un derby, quello col Budoni, 2-0 il risultato). I rossoblù hanno avuto la meglio sul Muravera di misura, 2-1,  ma hanno dovuto soffrire sino alla fine per portare a casa i tre punti.

L’undici di Mariotti grazie a questo importante risultato allunga la serie di risultati positivi a nove giornate e soprattutto sale  al quinto posto in piena zona playoff, facendo ben sperare in una ulteriore crescita. Il Muravera ha poco da rimproverarsi, i sarrabesi  soprattutto nel secondo tempo hanno dato fastidio ai padroni di casa ma non è stato sufficiente per uscire indenni dal campo sassarese, e la classifica inizia a preoccupare (undicesima posizione a due sole lunghezze dalla zona playout). Non migliora la situazione per Lanusei e Arzachena, che hanno fallito due buone opportunità per conquistare l’intera posta contro avversari sulla carta alla portata. Gli ogliastrini conquistano soltanto un punto sul campo della cenerentola del girone G Ladispoli, e non fanno denotare segni di miglioramenti particolari rispetto alle ultime prestazioni. Discorso analogo per l’Arzachena, fermata in casa dal non irresistibile Portici, al termine di una gara dove né gli smeraldini né i campani sono riusciti a segnare. Grossi problemi soprattutto in avanti (penultimo attacco del torneo con solo otto reti segnate in dieci giornate, solo il Ladispoli ha fatto peggio) per la squadra di Giorico , che deve invertire immediatamente la rotta se vuole risalire la china e conservare il posto in serie D.

STEFANO SERRA