12 Maggio 2019 - Ignazio Caddeo

Il Lanusei gioca la sua gara ma è l’Avellino ad andare in Serie C grazie al 2-0 di Rieti

Nulla da fare nello spareggio per gli ogliastrini autori comunque di un grande campionato nel Girone G

RIETI (LAZIO) – Niente Serie C (almeno per il momento) per il Lanusei. Sotto la pioggia del Manlio Scopigno, la squadra allenata da Gardini, cade 2-0 al cospetto di un Avellino che ha interpretato meglio la contesa. Gli irpini infatti, sono andati subito in pressing verso la porta di La Gorga, anche il campo che presenta vari dislivelli, non è agevole per il gioco delle due squadre. Prima azione da annottare al minuto 11 con il pallone calciato da Di Paolantonio all’indirizzo di Morero, il quale sfiora la sfera di testa in tuffo. Brivido al 16’ quando Tribuzzi scheggia l’incrocio dei pali con una parabola arcuata ad effetto dalla sinistra, che sorprende il portiere degli ogliastrini, ma buon per per lui per la squadra, visto che la palla si perde sul fondo. Un minuto dopo squillo di Ladu, ma sfera fuori. Gara accesa tra le contendenti ma nessun fallo pericoloso nella prima frazione. Al 39’ Avellino in vantaggio: Parisi ha la meglio Kovadio e fa partire cross teso, che De Vena impatta di testa e insacca il pallone da pochi passi, con la Gorga che nulla può. Nell’unico minuto di recupero della prima frazione Lanusei ad un passo dal pareggio, che non arriva solo per il grande intervento d’istinto di Viscovo sulla battuta a botta sicura sottomisura di Bernardotto.

Ad inizio secondo tempo le cose si mettono ancora peggio. Al 4’ infatti raddoppio irpino con Tribuzzi (ammonito per essere tolto la maglia per l’esultanza) che, ricevuta palla da De Vena, fulmina La Gorga, ancora una volta costretto a raccogliere la palla dal sacco. Sotto 2-0 Gardini si gioca la carta della doppia sostituzione al 12’: dentro Girasole al posto di Congiu e Quatrana che rileva Tenkorang. La mossa non sembra dare i suoi frutti, anche perché al 23 Tribuzzi sfiora il 3-0 con un tiro da fuori, che termina alto sopra l’incrocio dei pali della porta degli ogliastrini. Deve uscire anche Bernardotto, che al 29’ lascia il posto a Bonu, mentre al 35’ out anche Sicari rilevato da Kovadio. Nel finale (42’) ci prova con tutta l’esperienza Sforzini) ma il 3-0 per fortuna dei sardi, non arriva. Il Lanusei, a lungo in testa nel Girone G, raggiunto dall’Avellino nelle ultime giornate, può ancora sperare nella Serie C e giocare nella prossima stagione con Olbia e Arzachena, attraverso i play-off o il più che possibile ripescaggio.