12 Maggio 2019 - Ignazio Caddeo

Demartis salva la Torres: suo il gol a 8’ dalla fine nel play-out che manda in Eccellenza il Castiadas

Pomeriggio di festa sporcato dai soliti idioti che anziché tifare per la loro squadra hanno pensato solo a cori contro Riva e Sant’Efisio

SASSARI - E’ la Torres a restare in Serie D. I sassaresi hanno la meglio per 1-0 sul Castiadas, al termine di un match non semplice, risolto dal gol di Demartis al 37’ della ripresa. Per i sarrabesi arriva la retrocessione sul campo in Eccellenza. Da vedere se in estate ci possa essere il ripescaggio. Gara al Vanni Sanna purtroppo sporcata dai soliti idioti, i quali anziché tifare per la loro squadra hanno pensato solo a cori contro Riva e Sant’Efisio. Per fortuna le persone vere hanno una testa diversa da pochi personaggi, in grado di stare al mondo per rovinare la vita e non essere in grado di viverla in modo civile. La gara, tra i padroni di casa che hanno chiuso il Girone G  al sestultimo posto con 40 punti mentre il Castiadas di punti ne ha conquistati 36, è iniziata con un po’ di ritardo, a causa di problemi nella rete della porta occupata dal Castiadas, inizio ritardato. Primo sussulto al 13’, col bolide di destro da circa 40 metri da parte di  di Spinola che sfiora l’incrocio dei pali. Al 18’ sinistro di Bilea,  parato a terra da Forzati mentre un minuto dopo punizione di Carrus per il colpo di testa di Boi ma Cancelli alza sopra la traversa di istinto. Torres vicinissima (24’) con Spinola che in piena area costringe Forzati ad un grande intervento in tuffo per mandare la sfera in angolo. Il portiere ospite è fondamentale anche al 30’  sempre su Spinola, quindi al 36’ sulla punizione di Demartis. Il Castiadas prova a pungere con alcune ripartenze veloci ma Mesina non trova lo spazio per il tiro.

La Torres continua a fare la partita anche nella ripresa e ci riprova nello sbloccare la sfida, ma al 31’ rischia sul cross di Cordeddu per Milani, il quale è di pochissimo in ritardo sull’impatto con la palla. Al 32’ Camilli di testa sfiora il palo alla destra di Forzati. Di fatto è l’azione che anticipa il gol che vale la salvezza dei sassaresi, siglato al 39’ da Demartis, il quale fa partire un potente destro da fuori che fa insaccare il pallone all’incrocio dei pali. Cinque minuti dopo padroni di casa in dieci per l’espulsione di, Romeo, che rimedia il secondo cartellino giallo. Infine, nel primo minuto di recupero, Camilli fallisce il 2-0 con un destro di poco alto sulla traversa.