25 Novembre 2018 - Ignazio Caddeo

Uno-due in due minuti e l’Arzachena cade anche in casa del Pontedera 2-0. Smeraldini in piena crisi

I gol di Tommasini e Pinzauti rendono ancora più evidente il momento difficile degli isolani in campionato. Il commento di Giorico

PONTEDERA (3-5-2): Biggeri; A. Benedetti, Borri, Ropolo; Magrini, Serena (90′ Vettori), Caponi, La Vigna (46′ Calcagni), Mannini; Tommasini (85′ R. Benedetti), Pinzauti (78′ Bruzzo). A disp: Sarri, Marinca, Benassai, Giuliani, Raimo, Masetti, Marseglia, Prete. All: Maraia

ARZACHENA (3-5-2): Ruzittu; Busatto, Moi, Baldan; Loi, Casini, La Rosa (55′ Pandolfi), Nuvoli, Trillò; Gatto (78′ Ruzzittu), Sanna. A disp: Pini, Casula, Porcheddu, Taufer, Arboleda. All: Giorico

ARBITRO: Pirrotta di Barcellona Pozzo di Gotto

RETI: 50’ Tommasini, 52’ Pinzauti

AMMONITI: La Vigna, Nuvoli, Borri, Trillò, Ruopolo

PONTEDERA (TOSCANA) – Stavolta per rimediare un’altra sconfitta (la decima in tredici gare) bastano due minuti. Ovvero quelli che vanno dal 5’ al 7’ della ripresa. Il 2-0 dell’Arzachena in casa dei toscani, i un match vitale per gli isolani, matura infatti in quei momenti. Al 5’ insacca Tommasini, neanche 120" chiude i giochi Pinzuati. Un problema di testa dei sardi, che hanno fatto passeggiare sul velluto un Pontedera in completa gestione del match, che comunque legittima il vantaggio anche a fronte di un buon primo tempo. Occorre qualcosa da fare e anche in fretta in casa Arzachena, perché di questo passo la porta della D appare spalancata. Ovviamente il tempo per risistemare le cose, c’è tutto. Questo il commento del tecnico Mauro Giorico a fine gara: "E' un periodo che dire che ci gira male è dire poco. Abbiamo giocato un ottimo primo tempo, abbiamo colpito un palo clamoroso e se fossimo andati in vantaggio avremmo potuto giocare una ripresa diversa. Invece nel secondo abbiamo incassato due gol fotocopia, col primo che è stata un'autorete. C'è quindi qualcosa da rivedere, al di là della sfortuna del tocco di Baldan. C'è stata poi una reazione e non era facile contro una squadra come il Pontedera. Il loro portiere però ha fatto da saracinesca. Torniamo a casa di nuovo a mani vuote e questo è un trend che deve cambiare. La squadra anche sotto di due reti ha provato a trovare la via del gol. Come detto è un periodo nero per le occasioni, o le sbagliamo o i portieri ci tolgono le palle dalla porta. Ogni gara è tosta, lo sappiamo, ma se si vuol portare a casa qualcosa ci vogliono un pizzico di determinazione e di fortuna in più".