9 Febbraio 2019 - Ignazio Caddeo

Olbia, Filippi: "Cuneo da non sottovalutare, servirà grande attenzione"

I bianchi affrontano un avversaria che attraversa una situazione societaria deficitaria costata 7 punti di penalizzazione

OLBIA – Obiettivo tre punti per i ragazzi di mister Filippi contro un Cuneo in difficoltà societarie. I bianchi affronteranno infatti l'impegno determinati a ripetere la grande prestazione offerta contro il Pontedera e risoluti a cambiarne l'epilogo: stavolta dovranno essere tre punti, "Perché non è più pensabile non mettere a frutto il grande volume di gioco e occasioni che produciamo – sottolinea l’allenatore dell’Olbia nella conferenza stampa pre partita spiegando poi come - i primi ad arrabbiarci siamo noi stessi e sappiamo di dover tornare in campo con il proposito di essere più concreti e abili a limitare le distrazioni. È arrivato un punto importante perché figlio di una prestazione importante, ma proprio per il livello di calcio che abbiamo espresso avremmo dovuto raccogliere di più. Dobbiamo superare i nostri limiti e iniziare a brillare per quanto meritiamo perché possiamo fare ancora qualcosa di importante in questo campionato". 

Quindi Filippi parla dell'avversaria, squadra sospinta in acque agitate da una situazione societaria deficitaria che è costata 7 punti di penalizzazione: "Sarà una partita complessa perché, al netto di ogni giudizio, la classifica non rispecchia il valore del Cuneo, certamente superiore rispetto a quello dello scorso anno. Questi novanta minuti richiederanno un gradiente di attenzione superiore a quello delle precedenti partite, servirà la massima concentrazione in ogni frangente di gioco. Cosa temo di più? Le loro qualità e la situazione societaria che avrà indubbiamente cementato il gruppo. Ma l'Olbia ha risorse per essere all'altezza e superare ogni avversario e situazione. Impegni ravvicinati?  Oggi siamo concentrati solo sulla partita di domani, ma sappiamo di avere davanti un calendario fitto (quattro partite in dieci giorni, ndr). Tutti i nuovi si sono messi a disposizione nel modo migliore e vedo un gruppo che cresce e scalpita: presto arriverà il momento di chi sinora si è visto meno. Non ci poniamo obiettivi a lungo termine, ma c'è da migliorare una classifica che oggi non rispecchia il valore delle nostre prestazioni. E se come pensiamo - chiude il tecnico - il risultato è una diretta conseguenza è giunto il momento di dimostrarlo concretamente".

I 20 CONVOCATI DA FILIPPI 
Portieri. Marson, Romboli, Van der Want
Difensori. Bellodi, Cotali, Cusumano, Iotti, Pinna, Pisano, Pitzalis
Centrocampisti. Biancu, Gemmi, Murini, Pennington, Peralta, Vallocchia
Attaccanti. Ceter, Maffei, Ogunseye, Ragatzu