9 Marzo 2019 - Ignazio Caddeo

Nuvoli regala una preziosa vittoria all´Arzachena in pieno recupero: Pro Patria ko 1-0

Altro fondamentale passo degli smeraldini verso la salvezza diretta

ARZACHENA: Ruzittu; Arboleda, Moi, Baldan, Danese;   Bonacquisti, La Rosa, Casini, Gatto (30’ st Nuvoli); Sanna; Cecconi. A disp.: Pini, Casula, Pola, Onofri, Porcheddu, Manca, Diop, Lolli. All.: Giorico

PRO PATRIA: Mangano; Molnar, Zaro, Boffelli; Mora, Gazo (25’ st Colombo), Fietta, Disabato (25’ st Ghioldi), Galli; Le Noci, Mastroianni (25’ st Parker). A disp.: Tornaghi, Angelina, Marcone, Santana, Sane, Cottarelli. All.: Javorcic

ARBITRO: Marini di Trieste

RETE: 47’ st Nuvoli

AMMONITI: Casini, Santana, Galli

ARZACHENA – Il guizzo vincente in pieno recupero (47’) di Nuvoli, regala tre punti d’oro alla squadra di Giorico. Salvezza sempre più vicina, soprattutto insperata due mesi fa, per gli smeraldini che regolano di misura gli avversari odierni, che al Pirina non interrompono la serie negativa delle ultime giornate. Meglio i padroni di casa nel primo tempo. La squadra di Giorico va vicinissima al vantaggio al 42' ma Gatto, su passaggio errato di Mangano, conclude debolmente, agevolando la parata in corner del portiere Bustocco. Ripresa che inizia con l'Arzachena all'attacco e pericolosa due volte nel giro di quattro minuti (48' e 52') con Sanna, ma in entrambe le occasioni è bravo Mangano a deviare in calcio d'angolo. A venti minuti dalla fine, Javorcic prova a cambiare l'inerzia della gara con un triplo cambio (fuori Gazo, Mastroianni e Disabato - dentro Colombo, Parker e Ghioldi) ma la Pro Patria continua a fare molta fatica ad impensierire Ruzittu, nonostante sei minuti più tardi il tecnico biancoblu inserisca anche Santana al posto di Le Noci, rivoluzionando completamente l'attacco. Sono però i padroni di casa a crederci di più e nel recupero trovano il gol che decide la partita: angolo calciato a rientrare da sinistra, Mangano allontana con i pugni, sul pallone (all'altezza del dischetto del rigore) si avventa Nuvoli (subentrato al 75' a Gatto), che scarica un bolide mancino che si insacca all'incrocio dei pali. 

Il successo in extremis, che allunga la serie positiva dell’Arzachena, il tecnico Mauro Giorico la commenta così: "Avevamo di fronte una squadra ben organizzata, che all'andata ha vinto grazie ad un rigore su un nostro errore. Sommando le due partite, credo che, se hanno vinto all'andata, oggi era giusto riprendersi i tre punti. perché c'è una squadra che ha meritato la vittoria è l'Arzachena, nonostante il vento. Abbiamo comunque creato tre occasioni nitide nel primo tempo e tre nel secondo. Vittoria cercata e voluta fino alla fine da questi ragazzi, che stanno facendo molto bene in questa fase del campionato. Ci permette di allungare la striscia positiva e di allungare sui playout. Stiamo facendo bene e dobbiamo continuare così. Oggi ho visto quella cattiveria che occorre per portare a casa le partite. Nuvoli è da una settimana che lavora con il gruppo, ad Olbia era in panchina. Sicuramente è un po' in ritardo e non ha molta autonomia, ma l'ho messo l'ultimo quarto d'ora perché ha delle qualità importanti. Salvezza più vicina? Io ci andrei cauto, pensiamo partita per partita".