3 Febbraio 2019 - Ignazio Caddeo

La solita Arzachena: vantaggio illusorio poi la sconfitta. LAlbissola vince 2-1 e ringrazia

I padroni di casa non vincevano da due mesi. Inutile la rete di Cecconi

ALBISSOLA: Piccardo; Calcagno, Gargiulo, Oliana, Oprut; Balestrero, Raja, Oukhadda; Cisco, Cais (32’ st Bezzeccheri), Martignago (32’ st Silenzi). A disp: Bambino, Albertoni, Mahrous, Moretti, Gulli, Sibilia, Durante, Bartulovic, Damonte, Nossa. All.: Bellucci

ARZACHENA: Ruzittu; Arboleda, Moi, Baldan, Danese (33’ st Trillò); Bonacquisti, Porcheddu, Manca (25’ st Gatto); Ruzzittu (33’ st Diop), Sanna, Cecconi. A disp.: Carta, Pini, La Rosa, Onofri. All.: Giorico

ARBITRO: Di Graci di Como

RETI: 28' Cecconi, 31' Cisco, 48' Martignago (rig)

AMMONITI: Manca, Oyukhadda, Silenzi

CHIAVARI (LIGURIA) – Ennesima sconfitta (la diciannovesima in stagione) per l'Arzachena salvezza sempre più lontana per gli uomini di Giorico,. Ad aprire le danze, un po' a sorpresa, sono stati gli ospiti che sono passati in vantaggio al 29' con Cecconi. Lo 0-1, va detto, è durato però una manciata di secondi: ribaltamento di fronte, rinvio lungo del portiere a cercare Martignago che, incontrastato, ha servito un assist al bacio per Cisco che non ha avuto alcun problema ad insaccare in rete. Nei minuti finali della prima frazione, Danese si rende protagonista di un fallo ingenuo all'interno dell'area di rigore: l'arbitro se ne accorge e concede il penalty ai padroni di casa. Sul dischetto si presenta Martignago, conclusione centrale ma comunque imprendibile per Ruzittu.