2 Marzo 2019 - Ignazio Caddeo

Il derby va all’Arzachena: salvezza più vicina dopo il gol all’Olbia di Sanna

Importante successo esterno degli smeraldini che proseguono la rincorsa al mantenimento della categoria. Nel finale espulso Ruzzittu

OLBIA: Van Der Want; Pisano, Bellodi, Iotti, Pitzalis; Muroni, Pennington (28’ st Senesi), Biancu (32’ pt Gemmi); Peralta (41’ st Maffei);  Ogunseye, Ceter. A disp.: Romboli, Marson, Cotali, Cusumano, Pinna, Della Bernardina, Bah. All.: Filippi

ARZACHENA: Ruzittu; Arboleda, Moi, Baldan, Danese; La Rosa, Bonacquisti, Casini; Gatto (39’ st Porcheddu); Cecconi,   Sanna (11’ st Ruzzittu). A disp.: Pini, Manca, Casula, Onofri, Nuvoli, Diop. All.: Giorico

ARBITRO: Sozza di Seregno

RETI: 40’ pt Sanna

ESPULSO: 45’st rosso diretto a Ruzzittu per fallo su Senesi

AMMONITI:  Ogunseye, Casini, Pitzalis, Ruzzittu, Arboleda

OLBIA - Tre punti che valgono platino, non solo oro, quelli colti al Nespoli dall’Arzachena sull’Olbia, grazie all’1-0 targato Sanna al 40’, in un match dall’avvio guardingo delle due squadre, che non vogliono dare all’avversaria punti di riferimento. Tuttavia al 9’ palo alla destra di Van der Want, colpito dagli ospiti da parte di Moi. La risposta dei padroni casa arriva al 14’, quando Peralta crea lo scompiglio in area avversaria, la difesa smeraldina libera con un certo affanno. Col passare dei minuti le offensive delle due squadre sono sterili e i due portieri di fanno non corrono rischi reali, eccetto la botta di Ogunseye alla mezzora. Al 32’ Filippi (che già deve fare a meno di Ragatzu per un problema di natura fisica in attacco) è obbligato ad un cambio forzato per l’infortunio rimediato da Biancu, sostituito da Gemmi. Otto minuti dopo arriva il vantaggio dell’Arzachena, siglato da Sanna che supera il portiere di casa (quasi immobile) con una conclusione morbida che termina nell’angolino alla sua destra. Vantaggio meritato per quanto si è visto in campo in questa prima frazione. Al 44’ Olbia vicina al pareggio, che non arriva solo per l’ottimo riflesso di Ruzittu sulla botta di prima intenzione, da parte di Ogunseye. Squadre al riposo dopo 1’ di recupero.

Al rientro in campo l’undici di casa alza il ritmo alla ricerca del pareggio andando tre volte al tiro dalla bandiera in pochi minuti, ma senza successo. Gioco comunque spezzettato per i tanti falli commessi dalle due contendenti in campo. Va scritto che, nonostante abbia alzato il ritmo, l’Olbia fatica moltissimo l'Olbia nella costruzione di gioco, il che va a tutto vantaggio degli ospiti che di fatto rischiando praticamente nulla in fase difensiva nonostante il pallone sia nei piedi della squadra di Filippi. Al 23’ Van der Want ci mette del suo per evitare il secondo gol, con un intervento al volo sul gran sinistro di Cecconi. L’Arzachena vince il derby chiudendo in dieci la sfida, per l’espulsione di Ruzzittu che rimedia un rosso diretto per fallo su Senesi.

MARCO LOCCI