26 Dicembre 2018 - Ignazio Caddeo

Grande gara dei bianchi: l´Olbia pareggia 1-1 in casa della Pro Vercelli

Ogunseye a segno dopo 4´ poi nella ripresa il pareggio firmato Gerbi

PRO VERCELLI: Nobile, Berra, Tedeschi, Milesi, Mammarella, Bellemo, Sangiorgi (81’ Schiavon), Foglia (46’ Germano), Gatto M. (76’ Iezzi), Azzi (61’ Gerbi), Morra (46’ Gatto L.). A disp.: Moschin., Rovei, Rosso, Mal, Grillo P., Grillo A., Pezziardi. All.: Grieco

OLBIA: Crosta, Pinna, Bellodi, Iotti, Cotali, Pennington (81’ Piredda), Muroni (81’ Calamai), Biancu (59’ Pisano), Ragatzu (61’ Vallocchia), Ceter, Ogunseye. A disp.: Marson, Van der Want, Cusumano, Vergara, Pitzalis, Cannas. All.: Carboni 

ARBITRO: Marini di Trieste

RETI: 4’ Ogunseye, 66’ Gerbi (P)

ESPULSO: 72’ Gerbi per reazione violenta a gioco fermo nei confronti di un giocatore avversario 

AMMONITI: Muroni,  Pennington, Cotali,Gatto L. Pisano

VERCELLI (PIEMONTE) – Olbia che conquista un punto dopo tre sconfitte di fila. Un 1-1 al termine di una bella gara sbloccata  al 4', da un pallone recuperato a centrocampo e allargato per capitan Ragatzu, arriva il gol di Ogunseye, che, appostato sul primo palo, spinge a rete il cross arrivato dalla sinistra da Pennington; solo al 12' rischiano qualcosa i sardi, visto che da una rimessa laterale Mammarella prova il tiro dalla distanza, costringendo Crosta a una respinta. La gara si fa poi molto fisica, anche se al 26' i piemontesi, grazie a Foglia, riescono a portarsi in avanti, ma l'assist del trequartista non viene finalizzato a rete da Morra, che prova una non semplicissima girata di testa; e lieve brivido al 31' quando Azzi prova il colpo di tacco dagli sviluppi di un corner, ma manda a lato. La più ghiotta occasione è però a 39', quando una grandissima palla di M. Gatto dalla sinistra arriva praticamente in estrema prossimità della linea di porta dove Crosta non può niente, ma Azzi col destro alza troppo la sfera che va fuori. La ripresa più aggressività, tanto che al 10' Sangiorgi pesca in profondità L.Gatto che si muove bene e quasi dal fondo mette in mezzo per Germano che colpisce a botta sicura ma stampa la palla sulla traversa. Soffre l'Olbia, e al 22' il crac: dai rapidi sviluppi di una punizione, Mammarella tocca per M. Gatto che mette la sfera in mezzo creando un batti e ribatti che favorisce il tiro di Milesi, respinto da Crosta, ma sulla ribattuta l'estremo difensore niente può sul tiro di Gerbi. Che al 28' sfiora il raddoppio spedendo sul fondo un cross di M. Gatto, ma in quel momento, forse per un fallo da fermo, viene espulso. L'Olbia prende quindi coraggio, ma crea poco senza il suo dieci in campo, uscito anzitempo dopo un contrasto. Da quel momento, a far da padrone del campo, è il gioco frammentato, congiuntamente alla nebbia fino al pari finale.

Finalmente soddisfatto a fine gara in conferenza stampa, mister Guido Carboni: "Questa squadra è destinata a crescere. Ho la sicurezza che possiamo migliorare e toglierci soddisfazioni. Volevamo fare risultato e ci siamo riusciti. Avevamo bisogno di punti e abbiamo ottenuto un pareggio giocando un primo tempo su buoni livelli senza nulla concedere all'avversario e una ripresa più sofferta, specie nei primi venti minuti quando la Pro ci ha costretto ad abbassare il baricentro". È arrivato un pari che conferisce valore e fiducia alla squadra: "Un pareggio giusto per come è andata la partita. Ultimamente la fortuna ci stava voltando le spalle, oggi siamo stati bravi a portarla dalla nostra. Adesso sotto con l'Albissola, vogliamo arrivare alla pausa con quanti più punti possibile".