2 Dicembre 2018 - Ignazio Caddeo

Finalmente Arzachena: Robur Siena battuta 2-1 al Pirina

Tre punti d´oro contro i toscani per la squadra di Giorico tornata al successo dopo tante giornate

ARZACHENA: Ruzittu; Moi, Baldan, Busatto; Arboleda, Manca (37’st Porcheddu), Casini, Pandolfi; Ruzzittu (30’st Gatto), Nuvoli; Sanna (21’st La Rosa). A disposizione: Carta, Pini, Corinti, Loi, Casula, Trillò, Scarcia. All.: Giorico

ROBUR SIENA: Contini; Romagnoli, Russo, D’Ambrosio; De Santis (14’st Cristiani), Arrigoni (25’st Sbrissa), Vassallo, Zanon; Guberti (14’st Cianci); Aramu, Gliozzi (25’st Di Livio). A disposizione: Cefariello, Nardi, Rossi, Fabbro, Brumat, Imperiale, Sersanti. All.: Mignani

ARBITRO: Luciani di Roma 1

RETI: 14’ pt Pandolfi, 19’ st autogol Zanon, 26’ st Cianci. 

AMMONITI: Moi, Manca, Arrigoni, Ruzzittu

ARZACHENA  - Ritorna al successo dopo tante giornate la squadra di Giorico. Al Pirina sconfitta 2-1 la Robur Siena dell’ex allenatore dell’Olbia Mignani. Per gli smeraldini una boccata d’ossigeno in classifica dopo tante sconfitte, anche se la strada per la salvezza resta ancora irta di difficoltà. Dopo un fase iniziale di studio, la squadra di casa passa in vantaggio. Accade al 14’ quando, da un cross dalla destra, arriva la deviazione di testa di Romagnoli con palla che carambola su Pandolfi, il quale insacca sul primo palo superando Contini. Due minuti dopo Ruzzittu sfiora il palo esterno, sfiorando il raddoppio. Nonostante la rete l’undici isolano continua a guidare le ostilità e al 27' ci vuole un doppio miracolo del portiere dei senesi per evitare la siglatura di  Moi. Siena tenuto a galla dal suo estremo difensore A inizio secondo tempo gli ospiti cercano una reazione, restando a lungo nella metà campo dell’Arzachena, con Mignani che al 15’ inserisce Cristiani e Cianci al posto di De Santis e del sardo di Villamassargia Guberti. Situazione che non cambia. Infatti al 19’ arriva il raddoppio dei padroni di casa su calcio angolo, con Moi che devia il pallone verso Zanon, il quale non riesce a evitare l'impatto col pallone e di testa insacca il pallone in rete con uno sfortunato autogol. Al 26’ Cianci accorcia le distanze calciando con il sinistro dopo aver vinto un rimpallo in area di rigore. Brivido per l’Arzachena al 34’ con Cristiani che, dopo un uno-due con Cianci, si ritrova solo contro il portiere avversario, ma colpisce male il pallone con l'esterno e il tiro finisce sul fondo. Dopo 4’ di recupero finalmente la squadra di Giorico può festeggiare.

Mister Giorico ha commentato così la sfida vinta dai suoi:"E’ stata una partita molto probante per noi dalla panchina. I minuti non passavano mai. Grande prestazione dell’Arzachena - riporta sardegnasport -, meritavamo qualcosa di più rispetto alla sofferenza nel finale, ma la parata di Contini ci ha strozzato l’urlo in gola. Nel secondo tempo l’avevamo quasi chiusa, il Siena l’ha riaperta con un gol viziato da fallo di mano. L’atteggiamento è stato giusto, tipico di chi non si dà mai per vinto e che vuole raggiungere l’obiettivo. Loro arrivavano da risultati positivi, erano in fiducia, non era semplice per noi vincere. Le prestazioni da parte nostra stavano arrivando, gli episodi non ci stavano dando ragione, oggi abbiamo raccolto quanto meritato in passato. Sono stati tutti bravi, sotto tutti i punti di vista, anche Moi e Manca che erano ammoniti e sono stati capaci di gestire quella situazione in una posizione dove è facile sbagliare e pagare dazio. A Ruzzittu è mancato solo il gol, ma ci ha provato sino all’ultimo e ci ha dato tanto". 

MARCO LOCCI