25 Novembre 2018 - Ignazio Caddeo

Ceter risponde a Fanucci: l’Olbia ferma la Pistoiese sull’1-1

Al Nespoli l’esordio stagionale in panchina di Guido Carboni non porta la vittoria ma comunque un punto importante per i bianchi

OLBIA: Marson, Pinna, Bellodi, Iotti, Cotali, Vallocchia, Calamai (60’ Piredda), Pennington (55’ Muroni), Ragatzu, Ceter, Ogunseye. A disposizione Crosta, Van der Want, Pisano, Pitzalis, Cusumano, Vergara, Tetteh, Biancu, Martiniello. All.: Carboni

PISTOIESE: Meli, Terigi, Ceccarelli, Dossena, El Kaouakibi, Picchi, Vitiello, Luperini, Cagnano, Fanucchi (68’ Rovini), Latte Lath (80’ Cellini). A disposizione Crisanto, Tartaglione, Muscat, Sallustio, Dosio, Cerretelli, Pagnini, Forte, Llamas. All.: Asta

ARBITRO: Rossetti di Ancona

RETI: 50’ Fanucchi, 79’ Ceter,

AMMONITI: Picchi, El Kaouakibi, Ceccarelli, Ogunseye, Iotti

OLBIA -   La squadra di casa rimanda ancora la vittoria, ma dopo lo 0-4 di due settimane fa costata la panchina a Michele Filippi, ferma la Pistoiese sull’1-1 al Nespoli, nel match che ha visto la terza presenza di Guido Carboni, per la prima volta a guidare i suoi in un match casalingo. Risultato che, per quanto si è visto in campo, sembra essere abbastanza stretto ai bianchi. Si accende subito la Pistoiese, che non alza poi i ritmi ma anzi, inizia a tratti a soffrire l'avversario che cerca e trova il pari: solo dopo il gol subito anche gli orange alzano i giri nel motore e provano a conquistare i tre punti. Gara non brillantissima, ma i sardi, dopo il gol di Fanucci siglato al 50’ sono stati sicuramente più propositivi e hanno impattato con Ceter, attaccante colombiano in prestito dal Cagliari, che ha realizzato l’1-1 al 79’. Una vittoria meritata, ma che non è giunta. Mister Carboni commenta così l’1-1: "Volevamo vincere e probabilmente l'avremmo meritato, ma dopo questo pareggio voglio vedere il bicchiere mezzo pieno perché la squadra ha avuto ancora una volta la forza di reagire e recuperare una partita che non si era messa bene. Sapevamo che questa era una partita importante a livello psicologico che avremmo voluto vincere. Questa squadra in casa aveva perso punti e sicurezze, ma questa era la terza partita in una settimana e probabilmente avevamo addosso anche un po' di stanchezza. Dobbiamo lavorare sulla fluidità del gioco e sui meccanismi della manovra, oggi limitata anche dalle condizioni del campo. Voglio una squadra che sappia alternare diverse scelte e soluzioni e continuità in entrambe le fasi".