31 Marzo 2019 - Ignazio Caddeo

Arzachena: salvezza dietro l´angolo. Olbia ancora una volta sciupona

Il punto sulle due squadre sarde dopo le gare di ieri contro Robur Siena e Lucchese

ARZACHENA - Punti pesanti, d'oro quelli strappati all'Artemio Franchi di Firenze per la squadra di Mauro Giorico. I Biancoverdi fin dall'inizio si dimostrano compatti ed ordinati in difesa, lasciando qualche timida iniziativa ai bianconeri guidati dall'ex Olbia Michele Mignani. Inizia lo show: Minuto 41' Cross dalla destra  ed il "ragionier " Cecconi abile ad insaccare di testa. Vantaggio, meritato. Arzachena, velenosa e letale a tratti trama fluida e molto ben orchestrata. Sul finale di tempo ci prova Arrigoni per la squadra senese, ma nulla da fare tiro alto. Ad inizio ripresa gli smeraldini attaccano a spron battuto ma il tiro di Gatto e agevole per Contini. Minuto 64' eccola la sinfonia melodica, Doppietta di Cecconi abile nel farsi trovare pronto con una zuccata su corner che glissa il risultato sullo 0-2. Siena in balia dell'avversario e poco propenso ad attaccare segna più per cuore che per gioco accorcia Fabbro 85' battendo Pini, al 90 è Cianci che viene murato con una gran parata di quest'ultimo miracolosa. Ma allo scadere in pieno recupero al 95' contropiede magistrale ed è ancora l'attaccante smeraldino a chiudere la contesa siglando una signora tripletta ammutolendo e gelando il Siena, questa volta castigata nel finale a parti invertite. Sontuosa prestazione di Nuvoli e Capitan Buonacquisti ( non al meglio) Moi sempre grintoso ed abile nelle palle alte mostra sicurezza. Ad eccezione della debacle di Vercelli continuano ad arrivare vittorie che fortificano un gruppo che sembra essere più tranquillo e consapevole dei propri mezzi, si vola a quota 30 ( ufficiali 33 in virtù del 3-0 a tavolino contro Pro Piacenza) Che avvicinano sempre più l'equipe del sergente Mauro Giorico ad un qualcosa di insperato ad inizio stagione. Avanti così senza perdere di vista l'obiettivo che equivale ad uno scudetto.

CAPITOLO OLBIA. I ragazzi di Filippi dopo la prova incoraggiante di Pistoia, cadono bruscamente con una squadra a pezzi, economicamente ma giù il cappello alla Lucchese che passa nell'unico tiro cross di Sorrentino che incrocia con il destro e fulmina Van der Want. Ci tenta Caligara, gioiello del Cagliari finalmente non più oggetto misterioso, su punizione respinge Falcone. L'Olbia mostra confusione e trama di gioco abulica spesso intervallati da qualche palla per Ogunseye,che impegna il portiere toscano in un prodigioso intervento da pochi passi, e con un tiro a lato di poco. Ma spreca anche Vallocchia con un tiro che sfiora il palo. Stagione maledetta e poco fortunata per i bianchi che devono immediatamente rialzarsi la serie C è un campionato sempre ricco di insidie e non c'è molto da stare tranquilli a poche giornate dal termine i punti persi pesano terribilmente.

MARCO LOCCI