14 Aprile 2018 - Redazione Isola24Sport

Cagliari,Giulini: "Carli scelta giusta, Lopez non è mai stato in discussione. L´uomo giusto per la salvezza"

CAGLIARI - Dopo la partita con l’Udinese, è stato presentato alla stampa il nuovo Direttore Sportivo Marcello Carli. A introdurlo, il Presidente rossoblù Tommaso Giulini. "Già da qualche tempo avevo deciso di ripartire il prossimo anno da Carli, la sconfitta di Verona ha accelerato le cose. Ho sentito il Direttore domenica sera, si è reso disponibile da subito e questo per me è stato un segnale molto importante". Carli ha preso il posto di Giovanni Rossi: "Il mio rapporto con Rossi in questi mesi è stato ottimo. Ha dimostrato grandissima dedizione, professionalità e onestà, tre valori per me imprescindibili. Non gli posso imputare nulla, ma c’era bisogno di una ventata di aria nuova. Non volevo cambiare l’allenatore, andremo avanti con lui sino alla fine del campionato qualsiasi cosa succeda perché ritengo che sia il tecnico migliore per uscire da questa situazione complicata". È dunque intervenuto Marcello Carli, queste le sue parole: "Ho trascorso quattro-cinque giorni molto intensi con la squadra e lo staff, ma ritengo di non avere alcun merito nella vittoria di oggi. Ho trovato un gruppo che attraversava un momento difficile, i ragazzi erano i primi ad essere dispiaciuti per questa situazione; un gruppo straordinario per coesione e attaccamento ai colori. Nell’arco di un campionato capita di vivere momenti del genere, penso che il Cagliari in alcune circostanze sia stato penalizzato, ma l’importante è non cadere nella zona pericolo perché poi è difficile uscirne".

Il Direttore ha detto subito di sì alla chiamata del Presidente: "Sono grato all’Empoli, lì ho trascorso vent’anni bellissimi e sono cresciuto molto. Ma sono una persona che ha bisogno di emozioni forti. Penso che a Cagliari ci siano le condizioni per costruire qualcosa di bello. Ho scelto di istinto, ma qua c’è una mentalità che si avvicina al mio modo di pensare. Io sono un Direttore Sportivo che ama stare poco dietro la scrivania e moltissimo vicino alla squadra e all’allenatore". Sul prossimo futuro: "La strategia di mercato sarà dettata dal club, ma sono cose cui penseremo più avanti. Adesso l’unica cosa che conta è conquistare la salvezza: la vittoria di oggi è stata importantissima ma non pensiamo che sia stata risolutiva. Ci aspettano ancora altre sei partite e dovremo fare un grande finale di stagione per salvarci".

FONTE: CAGLIARI CALCIO