12 Gennaio 2018 - Redazione Isola24Sport

Cagliari, Castan: "Carico e motiovato. La squadra giusta per ripartire dopo quello che ho passato"

CAGLIARI - Leandro Castan, è stato presentato in stasera conferenza stampa. "Sono nella squadra giusta – ha affermato il difensore brasiliano arrivato in prestito dalla Roma - ho detto subito sì perché del Cagliari mi hanno parlato bene Avelar e Nainggolan. Posso giocare al centro della difesa e a sinistra, a tre o a quattro. Sono qui con voglia di giocare e dimostrare il mio valore. È tanto tempo che non gioco ma dentro di me c'è la voglia di riscattarmi dopo tutto quello che ho passato. Sono carico, mi sento benissimo. Sono a disposizione del mister, se vorrà contare su di me. Mi manca il ritmo gara ma posso giocare anche 90 minuti". Un anno senza giocare, l'8 gennaio 2016 la tua ultima partita. Ti manca il campo? Perché non giochi da così tanto tempo? "Il campo mi manca tanto, ho i brividi. Solo io conosco i sacrifici che ho fatto per continuare a giocare. A Torino ho cominciato benissimo, a novembre sembrava volessero acquistarmi ma poi ho avuto un infortunio e sono tornato solo alla fine della stagione. In quel momento Mihajlovic stava puntando su altri giocatori ma ho sempre dato il massimo e ho rispettato le sue decisioni. A Roma sapevo che sarebbe stato difficile giocare ma volevo capire in che condizioni fossi: mi sono allenato e ora affronto con fiducia i sei mesi finali di questa stagione. Non ho saltato nessun allenamento, ho superato tutti i test: ora mi manca solo il ritmo gara, che si acquisisce solo giocando. È stato un anno difficile, i miei figli mi chiedevano perché non giocassi mai. Ora spero di tornare a essere protagonista, non ho mai mollato".

Che impressione ti ha fatto mister Lopez e cosa pensi della classifica del Cagliari? "Il mister mi ha fatto un'ottima impressione, tutti mi hanno parlato bene di lui sia come giocatore che come allenatore. Spero di lavorare bene con lui e di poterlo aiutare. Ho visto 4/5 partite del Cagliari quest'anno, merita una classifica migliore. Gioca bene, con il coltello tra i denti, anche a Roma ha fatto bene. Bisogna pensare partita dopo partita, cominciamo con il Milan e cerchiamo di allontanarci velocemente dalla zona bassa della classifica. Spero di divertirmi tanto con questa squadra".