11 Febbraio 2018 - Redazione Isola24Sport

Cagliari, arriva un pareggio importante per 0-0 in casa del Sassuolo nella corsa salvezza

SASSUOLO (4-3-3): Consigli; Lirola, Goldaniga, Acerbi, Peluso (25’ st Rogerio), Missiroli, Magnanelli, Duncan (40’ st Ragusa); Berardi, Babacar (21’ st Matri), Politano. A dip.: Pegolo, Dell'Orco, Lemos, Adjapong, Mazzitelli, Biondini, Sensi, Cassata, Pierini. All.: Iachini 

CAGLIARI (3-5-2): Cragno; Andreolli, Ceppitelli, Castan; Padoin, Ionita, Cigarini (26’ pt Sau), Barella, Lykogiannis (17’ st Dessena); Joào Pedro, Farias (30’ st Pavoletti). A dip.: Rafael, Crosta, Romagna, Pisacane, Miangué, Caligara, Cossu, Deiola, Han. All.: Lopez 

ARBITRO: Mazzoleni di Bergamo

AMMONITI: Andreolli

REGGIO EMILIA – Al ‘Mapei Stadium’ di Reggio Emilia arriva un pareggio a reti bianche che consente al Cagliari di allungare sulla Spal terz’ultima e tenere il Sassuolo a due punti, anche se lo scontro diretto (in un eventuale arrivo a pari punti) premierebbe gli emiliani. Gara non certo da consegnare agli annali per quanto si è visto in campo nell’anticipo dell’ora di pranzo. Per questa sfida Lòpez lascia fuori Pavoletti in attacco. L’ex di turno è stato infatti male nella notte per un problema intestinale. In avanti agiscono dunque Farias, ad un passo dal tornare al Sassuolo nelle ultime ore del mercato invernale, e Joào Pedro. Per la terza volta consecutiva) Romagna è in panchina, come Pisacane, al rientro dalla squalifica. Andreolli, Ceppitelli e Castan i tre centrali difensivi davanti a Cragno, A centrocampo invece c’è l’esordio dal primo minuto di Lykoggiannis (che era subentrato a gara in corso a Crotone) a sinistra, assieme a Ionita, Cigarini, Barella e Padoin. Il greco, in debito di ossigeno, uscirà al 17’ della ripresa per fare spazio a Dessena. Dall’altra parte Iachini, che nonostante il 7-0 subito una settimana fa a Torino dalla Juventus, oltre allo 0-3 con l’Atalanta, conferma il 4-3-3, con Berardi, Babacar, Politano pesante artiglieria in avanti. Da notare che Babarcar ritrova il Cagliari da avversario dopo un mese e mezzo. Il 22 dicembre scorso regalò infatti il successo alla Fiorentina ai danni dei rossoblù, con il suo gol alla Sardegna Arena. Cagliari molto compatto che fa fare la gara agli emiliani, pronto però a ripartire per fare male. Il primo tiro della partita è comunque di Farias al 6’, conclusione che Consigli neutralizza a terra. Il tutto da un’azione nata dalla passaggio di testa al brasiliano, da parte di Barella. Che al minuto 11 innesca Joào Pedro, che però strozza troppo al momento della battuta a rete. Azione di contropiede del Sassuolo (15’) con azione nata da Babacar per Berardi, il quale serve Dancan, conclusione deviata in angolo da Barella. Sugli sviluppi rovesciata spettacolare di Politano, che va fuori d’un soffio, comunque con Cragno ottimamente piazzato. Ceppitelli subisce un taglio fortuito sotto l’occhio destro al 19’ e deve ricorrere alle cure mediche, lasciando il Cagliari momentaneamente in dieci per circa 3’. Altro scontro fortuito tra Magnanelli e Cigarini, anch’egli deve lasciare brevemente il terreno di gioco, sempre per avere delle cure mediche. Il regista prova a rientrare ma non ce la fa e lascia il campo per essere sostituito da Sau. A fare il regista è Barella, con spostamento di Joào Pedro tra centrocampo e attacco. Appena entrato sul terreno di gioco Sau (28’) effettua una conclusione che termina fuori, su ottimo suggerimento di Farias, innescato prima da Joào Pedro. Il Sassuolo risponde con il colpo di testa Babacar davanti a Cragno, ostacolato da Ceppitelli, alla mezz’ora. Pochi i pericoli per i due portieri nel primo terzo di gara, in una gara comunque abbastanza spezzettata dai falli. Sulla punizione calciata da Barella, bel colpo di testa di Ceppitelli, ostacolato da Acerbi, al 41’, palla fuori non di molto sopra la traversa della porta difesa da Consigli. 44’: l’ex Missiroli ci prova di testa davanti a Cragno, palla fuori. Dopo 2’ di recupero Mazzoleni manda tutti negli spogliatoi per l’intervallo, all’interno dei quali, su una rimessa in gioco di Padoin, Farias spreca non colpendo bene il pallone. Finalmente si vede la squadra di Lòpez che si fa vedere al 28’ con la combinazione Sau-Farias, ma Lirola è attento e poi Mazzoleni fischia un fallo su Consigli.

Si riprende senza cambi da parte dei due tecnici. Dopo 43" arriva fortunatamente un clamoroso errore di Berardi, che davanti a Cragno (seppur in posizione decentrata) fallisce il vantaggio per i suoi calciando al lato. Ottimo anticipo di Andreolli su Duncan al 4’, poi altro muro dell’ex difensore dell’Inter su Berardi, neanche 20" dopo. Sassuolo in partita ora: filtrante di Berardi al 6’ per Babacar, Cragno capisce tutto e libera l’insidia con una uscita bassa. Andreolli (entrata non dolce su Politano) primo ammonito della partita. E’ indubbio che in questo secondo tempo, il Cagliari si sia abbassato e pronto a ripartire in contropiede. Iachini toglie Babacar al 21’ per inserire l’ex Matri più fresco. Grande gara di Andreolli, che al 24’ impedisce a Duncan di calciare e manda il tiro in angolo. Sulla battuta del corner, Politano spara fuori. Seppur non al meglio, Lòpez inserisce Pavoletti per dare più peso in classifica. Intanto Cigarini arriva in panchina con le stampelle, causa una distorsione alla caviglia. Non una bella notizia in casa rossoblù. Al 35’ il portiere del Cagliari è vigile sulla rovesciata di Goldaniga che ha sostituito un Lemos disastroso una settimana fa contro la Juventus. Tre i minuti di recupero con Barella al 46’ che quasi da quaranta metri fa partire un tiro che non sembra pericolo, ma che invece Consigli devia in angolo per evitare il gol. Alla fine arriva uno 0-0, che significa altro passo importante verso la salvezza. 

IGNAZIO CADDEO