14 Aprile 2019 - Ignazio Caddeo

Serie A: La Gsd Porto Torres saluta il campionato, DinamoLab Sassari in salvo

Ancora sconfitta dalla Briantea84 Cantù campione d´Italia la squadra turritana, i sassaresi battono Varese

CAGLIARI - Il GSD Key Estate Porto Torres non è riuscito a portare alla "bella" la serie di semifinale playoff della Serie A di basket in carrozzina. La squadra di coach Lamine Sene ha ceduto alla UnipolSai Briantea84 Cantù anche in gara-2 e ha, dunque, concluso il proprio campionato. Il match, disputato questa sera al Palazzetto dello Sport Alberto Mura di Porto Torres è terminato sul punteggio di 54-77. Prima parte di gara piuttosto combattuta. Nella frazione di apertura le due squadre vanno praticamente a braccetto, alternandosi in vantaggi minimi. La Key Estate, priva di Falchi e Jimenez Gonzalez, si lascia trascinare da Filipski e Bandura, mentre Cantù trova in Geninazzi e Sagar i maggiori protagonisti in questo momento del match. Al 10’ il tabellone segna 21-19 per gli ospiti. In avvio di secondo quarto la Briantea produce un primo break, con Berdun e ancora Geninazzi, che la porta sul 30-19 quando mancano 8’26" dall’intervallo. Il GSD reagisce e, con Filipski e Puggioni, torna sul -6 (28-34), ma gli ultimi minuti della frazione vedono una nuova folata degli ospiti, che chiudono il periodo sul 43-30. Al rientro sul parquet la UnipolSai accelera e ipoteca l’accesso alla finale. A metà quarto il punteggio è di 32-56, ma i biancoblù di casa non vogliono arrendersi. Mosler, Puggioni, Filipski e Canu producono un break che consente al GSD di recuperare dieci lunghezze e andare agli ultimi 10’ di gioco sul 46-60. Nella frazione conclusiva il recupero non prosegue e la Briantea si allontana nuovamente e definitivamente.

Si chiude invece tra gli applausi la stagione della Dinamo Lab Banco di Sardegna che, in gara 2 di playout, ribalta la serie con HS Varese vincendo di 18 conquistando sul campo la salvezza. Gli uomini di coach Fabio Raimondi trovano il break fin dall’avvio ma subiscono la rimonta dei lombardi chiudendo il secondo quarto a contatto (33-31). Nel secondo tempo la coppia Raimondi-Gomez, a referto rispettivamente con 26 e 23 punti, trascina i guerrieri biancoblu e scava il gap che vale la vittoria e la conquista della salvezza. Menzione speciale per un gruppo agguerrito che ha disputato un’ottima stagione, onorando il ritorno nella massima serie. Il prossimo impegno nell’agenda della Dinamo Lab è il girone di qualificazione europea in agenda a Rahden dal 25 al 28 aprile: un obiettivo ambizioso e importante per la compagine isolana che il prossimo anno potrebbe disputare una coppa europea. Un impegno a cui prepararsi con attenzione e agonismo. Avvio di energia della Dinamo Lab Banco di Sardegna che sigla il primo break di 11-4 condotti da Raimondi e Gomes. Varese però non ci sta e si riporta in partita condotta da De Barros e Silva. I biancorossi si riportano a un possesso di distanza ma Gomez conduce i sardi avanti (19-15). Nella seconda frazione la tensione si alza sul parquet: Raimondi e Butkevicius trascinano la Dinamo Lab. I padroni di casa scrivono il +9, gli ospiti perdono Binda, sanzionato con tecnico per proteste e antisportivo. Reazione di orgoglio dell’HS che chiude il primo tempo a contatto. Alla seconda sirena il tabellone dice 33-31. Al rientro dall’intervallo lungo i guerrieri biancoblu scavano il gap con un break di 14-3 che scrive il vantaggio in doppia cifra. Aprono le danze Butkevicius e Raimondi, Gomez e Serio incrementano. La Dinamo Lab prova a scappare via e al 30’ è 47-34. In avvio di ultimo quarto è il coach-allenatore a trascinare i suoi con 7 punti, portando lo score personale a quota 21 punti. Varese prova l’ultimo assalto al match, il canestro and one di Gomez dice +19. La Dinamo Lab mette il sigillo sulla vittoria e conquista la permanenza nella massima serie. Al PalaSerradimigni finisce 66-48: ottima vittoria dei sassaresi che chiudono l’annata di ritorno in seria A conquistando la salvezza al primo turno playout.