10 Febbraio 2019 - Ignazio Caddeo

La Raimond Sassari interrompe la striscia vincente impattando a Bologna 26-26

I rossoblu si salvano nel finale contro la 2 Agosto di coach Melis

BOLOGNA (EMILIA ROMAGNA) - Una Raimond Handball Sassari poco cinica e troppo imprecisa si fa imporre il pari dalla 2 Agosto Bologna, nel match valevole per la sedicesima giornata di campionato. 26-26 il punteggio finale di una gara che ha visto i rossoblu andare a un passo dalla seconda sconfitta stagionale. Grazie al punto ottenuto n terra emiliana, i sardi si confermano in vetta alla classifica a quota 28 punti, ma offrono a Parma, che gioca in posticipo sul campo del Ferrara United, la possibilità di ridurre la distanza tra prima e seconda a soli due punti. Nei primi 7’ di gioco si segna poco e nessuna delle due contendenti riesce a rompere l’equilibrio (2-2). Il primo mini tentativo di allungo è degli ospiti che trovano il +2 grazie alle marcature siglate da Gulam e Cantore. La Raimond sembra in controllo, tant’è che la forbice si allarga fino al +6 del 28’ (5-11). Nel finale di frazione arriva la reazione dei ragazzi di Melis che riequilibrano la gara con un perentorio parziale di 6-1 con protagonisti Tedros e Zoboli, migliori realizzatori di giornata in casa 2 Agosto, che manda le squadre a riposo sull’11-13. Le squadre rientrano in campo con i padroni di casa galvanizzati, i sassaresi non riescono a riordinare le idee dopo le difficoltà palesate nel finale di primo tempo e incassano il definitivo rientro dei bolognesi, capaci prima di impattare (18-18 al 40’) e poi di portarsi avanti di due reti nella fase caldissima della gara, 24-22 a 5’40" dal termine. Quando la sconfitta sembra essere ormai inevitabile arriva il colpo di coda della Raimond che riesce, con il gol di Cantore a 10" dalla sirena finale, a tornare a casa con un punto che, visto l’andamento della gara, è più guadagnato che perso.

"Dopo un avvio equilibrato, siamo riusciti a gestire bene la prima parte di gara – dice il ds Andrea Giordo – Non altrettanto si può dire della seconda metà del primo tempo, in cui abbiamo pagato le basse percentuali al tiro. Probabilmente avremmo meritato di perdere, complimenti alla 2 Agosto, squadra che non ha mai mollato e ci ha messo in grossa difficoltà, tanto fisicamente quanto agonisticamente. Non siamo stati bravi ad ammazzare la partita, c’è stato qualche campanello d’allarme ma nessun dramma. Avremo una pausa di due settimane che ci sarà utile per riordinare le idee"