1 Novembre 2019 - Ignazio Caddeo

San Marco-Ferrini e Carbonia-Atletico Uri le gare più interessanti dell´ottava giornata di andata

  • 1/2
  • 2/2

La Nuorese a Olbia col fanalino di coda Porto Rotondo: obbligatori i tre punti per restare in corsa per la D

CAGLIARI - San Marco Assemini- Ferrini apre domani l’ottavo turno di andata del campionato di Eccellenza regionale.  Una gara che stando alla classifica attuale vede partire con i favori del pronostico la squadra ospite allenata dall’ex Cagliari e Tempio Sebastiano Pinna e capace sinora di sbalordire gli addetti ai lavori con un grande avvio di stagione. Per contro i padroni di casa che hanno cambiato da poche settimane guida tecnica (Bebo Antinori al posto di Gianfranco Ibba) si trovano relegati nelle parti basse della classifica con solo otto punti anche se nelle ultime due gare interne hanno dato qualche segnale di risveglio come testimoniano la vittoria col Ghilarza e il bel pareggio contro la quotata Ossese. Il  match clou è sicuramente quello tra Carbonia e Atletico Uri, due formazioni che stanno attraversando entrambe un ottimo periodo di forma. I minerari sono al comando della classifica hanno 17 punti e sono ancora imbattuti, sette giorni fa hanno vinto sul campo dell’ex capolista Ferrini Cagliari. Non sono  da meno però gli uresi, che dall’arrivo in panchina di Massimiliano Paba hanno cambiato decisamente marcia, come testimoniano gli ultimi cinque successi di fila tra campionato e Coppa Italia. Turno sulla carta alla portata per il Castiadas che ospita il Monastir Kosmoto, visti soprattutto gli organici delle due squadre, sicuramente i sarrabesi hanno i mezzi per aggiudicarsi l’intera posta e continuare l’inseguimento alla capolista Carbonia.

La Nuorese è impegnata ad Olbia col fanalino di coda Porto Rotondo, e non deve fallire l’appuntamento con i tre punti se vuole continuare a restare agganciata alle parti alte della classifica, non dovrebbe essere sulla carta una sfida impossibile. Guspini- Li Punti Sassari e Ghilarza- Taloro Gavoi sono gare dove i punti in palio cominciano già a pesare, visto che tutte e quattro sono impelagate nelle zone pericolose della classifica e chi sbaglia potrebbe accusare contraccolpi psicologici. L’Ossese vera rivelazione del torneo  ospita il Bosa , l’undici allenato da Giuseppe Cantara è sicuramente favorito al cospetto di un avversario autore finora di un cammino altalenante. Chiude il quadro delle partite La Palma M. Urpinu- Arbus, dove i padroni di casa hanno assoluta necessità di fare punti per non compromettere ulteriormente il loro futuro.

Gli arbitri dell’ottava giornata. Carbonia-Atl. Uri : G. L. Satta di Ozieri; Castiadas-Monastir Kosmoto: L. Casula di Carbonia; Ghilarza- Taloro: M. Manis di Oristano; La Palma M. Urpinu-Arbus: C. Pili di Cagliari; Guspini- Li Punti SS: G. Rossini di Torino;  Ossese-Bosa : V. E. Teghile di Collegno; Porto Rotondo-Nuorese: F. Isu di Cagliari; San Marco-Assemini- Ferrini: M. Casula di Ozieri.

STEFANO SERRA