9 Novembre 2019 - Ignazio Caddeo

La capolista Carbonia punta al bersaglio grosso a Bosa

Facile almeno sulla carta il compito della Nuorese contro la San Marco

CAGLIARI - La nona giornata di andata del campionato di Eccellenza regionale vede la capolista Carbonia impegnata nella trasferta sul campo del Bosa . I minerari dovranno fare attenzione ad una squadra che è in una fase di decisa crescita, come dimostrano le ultime due vittorie ottenute contro La Palma Monte Urpinu e Ossese ( in trasferta). I bosani in particolare possono contare sulla  classe e soprattutto sull’esperienza dei fratelli Roberto e Salvatore Carboni, 38 anni il primo, 40 il secondo, ma ancora tanta voglia di continuare a divertirsi e a regalare soddisfazioni ai propri colori.  Castiadas e Ferrini, distanziate di tre lunghezze, giocano rispettivamente ad Arbus e in casa contro il Guspini. Sfide da non sottovalutare sicuramente, anche se il grado di difficoltà maggiore è quello dei sarrabesi, che affrontano una squadra quadrata e che se trova la giornata giusta, può certamente mettere in difficoltà chiunque. Facile almeno sulla carta il compito della Nuorese, alle prese con la San Marco, formazione attualmente impelagata nei bassifondi della classifica . I barbaricini sono reduci da tre vittorie di fila che li hanno proiettati in piena zona playoff, e sembra abbiano trovato gli equilibri giusti dopo un inizio di torneo alquanto stentato.

La San Marco dovrà invece lottare sino all’ultimo per mantenere la categoria,  e sicuramente non è questa la partita da cui portare a casa punti. MonastirKosmoto- Porto Rotondo e Taloro- La Palma Monte Urpinu sono gare in cui la posta in palio comincia già a pesare,  in particolare per galluresi, gavoesi e cagliaritani, che non possono permettersi passi falsi vista la delicata situazione in cui si trovano. Si prevede equilibrio in Li Punti Sassari- Ossese,  due squadre  che arrivano entrambe dalla Promozione, e ben allenate da due tecnici molto preparati come Cosimo Salis e Giuseppe Cantara. Chiude il quadro delle partite Atletico Uri – Ghilarza, con  i padroni di casa favoriti in virtù di un organico superiore rispetto a quello degli oristanesi.

STEFANO SERRA