3 Novembre 2019 - Ignazio Caddeo

Serie C femminile: quinta sconfitta consecutiva per Caprera e Atletico Oristano

Sconfitte pesanti per entrambe

CAGLIARI – Sembra non avere fine la serie nera di Caprera e Atletico Oristano nel campionato di serie C femminile di calcio. Entrambe le squadre infatti neanche oggi sono riuscite a schiodare lo zero dalla casella dei punti conquistati nei rispettivi gironi A e B. Cominciamo dal Caprera che pure almeno sulla carta aveva un avversario non irresistibile, se è vero che la Juventus Torino (ovvero la seconda squadra di quella che milita nella serie A) aveva soltanto un punto in più in classifica e aveva perso tre delle quattro partite giocate sinora. Invece l’undici di Vincenzo Tramontano incappa in una prestazione negativa ed esce dal campo con un mortificante 0-5,  novanta minuti in cui le padrone di casa al di là della buona volontà e dell’impegno messo in evidenza hanno palesato lacune un po’ in tutti i reparti, a cominciare da quello difensivo.  Basti infatti pensare che con le cinque reti incassate, il Caprera ha subito ben 40 gol, ovvero una media di otto a partita. E’ chiaro che continuando di questo passo la salvezza rischia di essere una chimera (scendono nei campionati regionali le ultime due classificate di ciascun girone).

Anche l’Atletico Oristano perde in maniera piuttosto pesante, ma qui se si vuole trovare un’attenuante, per così dire, occorre rimarcare come l’avversario affrontato, il Trento, fosse molto quotato ed è in lizza per la promozione diretta in serie B. 6-0 il risultato finale di una gara che come fa capire il punteggio non ha avuto molta storia. L’undici allenato da Antonello Campus ha fatto quanto era nelle sue possibilità per cercare di opporsi ad un avversario obiettivamente più forte e ben messo in campo, ma la differenza di valori è emersa in tutti i suoi aspetti, a cominciare da quello fisico per continuare con quello tecnico. Fortunatamente per le oristanesi ha perso anche il Sud Tirol Bolzano, che occupa la terz’ultima posizione, quella che vale la permanenza in serie C, e che dista una sola lunghezza.  La speranza è che già a partire da domenica prossima la situazione possa migliorare e possano arrivare i primi risultati positivi di una stagione fino ad ora da dimenticare.

STEFANO SERRA