9 Aprile 2019 - Ignazio Caddeo

Un sabato storto per il Città di Sestu

Si è concluso con una sconfitta il match contro la L84, 7-2 il risultato finale

SESTU - Una giornata storta culminata con una sconfitta: il Città di Sestu non riesce ad infilare il quarto successo consecutivo e viene battuto dalla L84 per 7-2, uno stop che significa abbandonare momentaneamente il podio e quella posizione che darebbe la certezza dei play-off. Tante novità tra i padroni di casa allenati dal player-manager De Lima che schiera dal fischio d’inizio Cafagna, Iovino, Marchiori, Dragone e Astegiano lasciando fuori dai dodici i vari Tambani, Luberto, Di Santo e Cerbone, il tecnico sestese Mario Mura ritrova Zanatta tra i convocabili e risponde con Etzi, capitan Rufine, Epp, Hozjan e Dall’Onder. La partenza della formazione campidanese è decisa, Dall’Onder si procura due opportunità favorevoli ma non inquadra lo specchio, i piemontesi non stanno a guardare ed alla prima occasione puniscono con il gol di Dragone dopo due giri di lancette. I rossoblu non si demoralizzano e riprendono ad attaccare, Cafagna nega la gioia del gol a Ruggiu ed Epp, i locali si difendono bene e si dimostrano spietati al 5’ quando Turello sottoporta firma il raddoppio. Il doppio schiaffo ravviva l’orgoglio dei sardi che crescono con il passare dei minuti e cingono d’assedio la porta avversaria, la retroguardia neroverde e il portiere Cafagna sembrano insuperabili fino al 10’ quando Dall’Onder trasforma in rete uno schema d’angolo, potrebbe arrivare anche il pareggio ma l’estremo difensore avversario continua a respingere ogni tentativo.

I sestesi sembrano in procinto di ristabilire l’equilibrio ma, nel loro momento migliore, Turello ruba palla ed in transizione firma il 3-1, trascorre qualche minuto e spetta a Murilo Rodrigues siglare la rete del 4-1 con il quale si va al riposo. Nella ripresa, dopo il salvataggio di Etzi su Rodrigues, il Città di Sestu alza il baricentro alla ricerca del gol che possa riaprire la contesa, il palo di Epp potrebbe essere l’episodio che scuote la squadra ma, come nel primo tempo, i padroni di casa approfittano delle disattenzioni altrui e si portano a quota 5 con il gol di El Adlani. Senza più nulla da perdere, mister Mura schiera Rufine come quinto di movimento ma le occasioni latitano a causa della difesa ben disposta da parte della L84 e successivamente arrivano le due reti, una a porta vuota ed una in ripartenza, di Rodrigues, il gol del 7-2 firmato dal giovane Fois nel finale serve solo a rendere meno pesante il passivo.  Arriva per il Città di Sestu una brutta sconfitta da archiviare, dopo l’ennesima sosta, nella sfida casalinga contro la capolista Petrarca Padova, senza l’apporto di Epp che verrà squalificato, in programma il venerdì Santo alle ore 16, un match nel quale i tre punti potrebbero essere tanto belli quanto pesanti per il raggiungimento dei playoff.