12 Gennaio 2018 - Redazione Isola24Sport

Per Città di Sestu e Ossi è il momento della Coppa Italia: sfide da dentro o fuori

CAGLIARI - Si apre un nuovo capitolo per il Città di Sestu: messo da parte, almeno per ora, il Campionato, gli sforzi si concentrano tutti sul primo turno di Coppa Italia di Serie A2. I rossoblù ospiteranno (domani ore 21 al PalaDante di Sestu, arbitri Tupone di Lanciano e Massimiliano Palombi di Avezzano, coadiuvati dal cronometrista Michele Desogus di Cagliari) l'Atlante Grosseto, in una gara da dentro o fuori, chi vince andrà avanti mentre gli sconfitti dovranno riporre dentro il cassetto i sogni di gloria. I maremmani di Tommaso Chiappini hanno iniziato il 2018 con una vittoria importante ai danni della Leonardo: il successo per 5-3 ottenuto a Follonica è arrivato nonostante le varie assenze che hanno falcidiato i biancorossi. Nella sfida contro i cagliaritani non hanno preso parte Bender e Caverzan mentre durante il match Alex ha alzato bandiera bianca allungando così la lista dei probabili indisponibili per l'incontro del PalaDante, mentre sul fronte opposto sono da valutare le condizioni di Vaccargiu. C'è già un precedente in campionato tra i sestesi ed i grossetani con questi ultimi che hanno conquistato i tre punti grazie alle firme di Bender e Caverzan ma il Saturday Night che attende le due compagini non ammette errori vista la posta in palio e sicuramente non si ripeterà la prestazione poco fortunata da parte del Città di Sestu in quel del PalaBombonera, come ci spiega Angelo Casu: "La partita di sabato sarà molto importante sotto molti punti di vista – afferma il giovane centrale – Iniziare il cammino in Coppa Italia penso sia uno stimolo per tutto l’ambiente e sono convinto che noi abbiamo tutte le armi per poter arrivare in fondo alla competizione. Il Grosseto ha dimostrato durante la regular season di essere una buona squadra ma domani non sarà la stessa storia della partita giocata in campionato perché oggiAggiungi un appuntamento per oggi abbiamo la consapevolezza della nostra vera forza". Anche il nuovo anno del Città di Sestu è partito nei migliore dei modi: la vittoria contro il Civitella è valso l'aggancio mentre la sconfitta in Coppa Divisione per 4-1 contro la Virtus Aniene non ha inficiato sul morale dei rossoblù e, soprattutto, è stata l'occasione ideale per dare spazio a chi ha raccolto pochi minuti durante la stagione. Il classe '96 ha sfruttato al meglio la sua occasione realizzando la rete del vantaggio al Pala ToLive, giusto premio per un ragazzo che da sempre tutto negli allenamenti e che trascina spesso i suoi compagni nell'Under 19.

L'esperienza con la maglia sestese fino ad ora è stata prolifica e si augura che il futuro possa regalargli altre gioie: "In queste due stagioni a Sestu non posso che essere soddisfatto del cammino che la squadra sta percorrendo – esclama Angelo – Sono arrivato dopo la promozione dalla C1, abbiamo vinto il campionato di Serie B ed ora ci stiamo giocando le posizioni di alta classifica in Serie A2, senza dimenticare gli ottimi percorsi della squadra Under sia nella scorsa annata che in questa, dimostrando la bontà del lavoro sia a livello societario che nel campo pratico. A livello personale il mio obiettivo è continuare a crescere per essere un giocatore migliore rispetto ad inizio stagione, attraverso un cammino fatto di sudore e sacrifici: con il duro lavoro sono certo di ritagliarmi i miei spazi perché nessuno può negarmi l’ambizione di giocare. Per quanto concerne la squadra penso che ci sia poco da dire: dobbiamo giocarci tutte le nostre carte perché abbiamo la possibilità di dire la nostra su tutti i fronti e sull’Under 19 considero il nostro gruppo il più attrezzato per la vittoria finale sia in campionato che negli eventuali playoff almeno a livello regionale.

Trasferta in casa della Civitella (domani alle 15, per l’Ossi San Bartolomeo. Già out la Leonardo Cagliari.