6 Aprile 2018 - Redazione Isola24Sport

L’Ossi si gioca tanto contro il Prato, il Città di Sestu mette nel mirino il Chiuppano, la Leonardo Cagliari vola a Roma per affrontare l’Olimpus

CAGLIARI – Non sarà certamente un turno interlocutorio quello di domani. Occhi puntati su Ossi, dove i padroni di casa di Loriga ricevono il Prato, in un match da portare assolutamente a casa in chiave salvezza. Trasferta difficile per la Leonardo Cagliari, attesa a Roma dall’Olimpus, con purtroppo alcune defezioni importanti. Infatti, oltre agli infortunati Orani e Cogotti sarà out anche Demurtas. Di contro, rientreranno gli squalificati Perdighe e Spanu, mentre Tidu – nonostante risenta ancora di qualche fastidio all’adduttore – stringerà i denti e scenderà regolarmente in campo. L’obiettivo è quello di ripartire dal primo tempo di qualità sfoderato contro l’Orte: "Abbiamo dato filo da torcere a una squadra di ottimo livello – dice Tidu – e cercheremo di fare la stessa cosa in casa dell’Olimpus". I capitolini, settimi con 24 punti all’attivo, giocano senza particolari assilli di classifica: la zona playout è ormai irraggiungibile, mentre la salvezza è in cassaforte da tempo: "Possiamo giocarcela – aggiunge il numero 10 arancionero – è vero che gli stimoli sono diversi, ma non mi aspetto assolutamente un avversario demotivato". La squadra di Luca Catta cercherà di riscattare la sconfitta dell’andata, quando una prova di grande generosità non bastò a evitare una sconfitta per 2-4: "Quella fu una delle nostre migliori prestazioni della stagione – ammette – purtroppo una serie di episodi sfortunati non ci consentì di fare punti. Abbiamo grande rispetto dell’Olimpus, società che è riuscita ad allestire un organico giovane ma al tempo stesso molto competitivo. L’avversario da tenere d’occhio? Ce ne sono diversi, ma su tutti direi Federico Di Eugenio (sesto nella classifica marcatori con 19 centri, ndr). Davvero un ottimo pivot. Nel complesso però la loro forza rimane il gruppo".

Infine la gara del Città di Sestu. Il quintetto di Mura cerca la vittoria che manca da circa due mesi. E la vuole ottenere ai danni del Chiuppano. "Purtroppo arriviamo a questo delicato match senza alcuni giocatori importanti - analizza l'estremo difensore rossoblù Zanatta  – Ma chi entrerà in campo al loro posto sono certo che darà il massimo per sopperire a queste mancanze. Avremo di fronte una squadra di indubbia qualità, soprattutto in fase offensiva con delle individualità che potrebbero stare tranquillamente in massima serie, e che vorrà prendersi la vittoria per non rischiare di rimanere fuori dal podio. Se vogliamo ritornare a vincere davanti al nostro pubblico dovremo mettere in campo concentrazione ed unità d'intenti, sfruttare ogni occasione che ci verrà concessa e giocare anche con la tranquillità e la pazienza di chi ha già guadagnato un posto nei playoff". La gara d'andata vide i rossoblù dare il primo dispiacere al Carrè Chiuppano tra le mure amiche: il blitz per 3-2 in terra veneta fu firmato dalla doppietta di Luca Ruggiu e dalla rete di Heder Rufine, con quest'ultimo che sarà in dubbio così come Giulio Mura, mentre è certa l'assenza di Alejandro Escobar, squalificato dopo il doppio giallo rimediato in quel di Merano.